Vuelta 2015, 8a tappa, vince in volata Stuyven fra cadute e ritiri

News

Vuelta 2015, 8a tappa, vince in volata Stuyven fra cadute e ritiri

Doveva essere una tappa tranquilla, l’ottava della Vuelta 2015.
182 chilometri e mezzo fra Puebla de Don Fadrique a Murcia, con qualche saliscendi da poco che non ci si aspettava dovesse stravolgere la corsa e, invece, di fedele alle previsioni c’è stato solo l’arrivo in volata, dove il belga Jasper Stuyven l’ha spuntata sul francese Kevin Reza e sullo spagnolo Pello Bilbao.
Per il resto, gli episodi della tappa sono stati cadute e incidenti.
A 50 km dall’arrivo tutti a terra: caduta di gruppo con uno dei big, Tejay Van Garderen, costretto al ritiro dopo una botta alla spalla (si teme la frattura della clavicola) e il belga Kris Boeckmans rimasto incosciente per alcuni minuti sull’asfalto e poi trasportato in ospedale in condizioni stabili (probabile nessuna conseguenza, a parte il ritiro).
A otto chilometro e mezzo dall’arrivo, pure Peter Sagan finisce a terra. È coinvolta una moto, anche se non si conosce con esattezza la dinamica dell’episodio.

Di sicuro si sa che Sagan si è rialzato piuttosto nervoso e ha mostrato i pugni e preso a calci la bici, prima di ripartire.
Questa la classifica generale: 1. Esteban Chaves (Col, Orica) in 31h12’18”; 2. Dumoulin (Ola) a 10″; 3. Roche (Irl) a 36″; 4. Valverde (Spa) a 49″; 5. Rodriguez (Spa) a 56″; 6. Quintana (Col) a 57″; 7. Aru; 8. D. Moreno (Spa) a 1’18”; 9. Pozzovivo a 1’19”; 10. Nieve (Spa) a 1’21”.
Oggi nona tappa, da Torrevieja a Cumbre del Sol, lunghezza 168, 3 km, arrivo in salita (4km, pendenza massima 19%).

1 Trackback & Pingback

  1. Vuelta 2015, 8a tappa, vince in volata Stuyven fra cadute e ritiri | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche