Vuoi perdere peso? Perché non provare con l’allenamento prima di cambiare l’alimentazione? COMMENTA  

Vuoi perdere peso? Perché non provare con l’allenamento prima di cambiare l’alimentazione? COMMENTA  

La maggior parte dei weight-watchers sa che il modo migliore per perdere peso è quello di combinare una dieta sana con l’esercizio fisico, piuttosto che fare affidamento su uno o l’altro.

Tuttavia, gli scienziati sanno ancora poco del rapporto tra i due fattori.

Ora una revisione presso la Harvard University ha scoperto che iniziare un regime di fitness prima potrebbe essere la chiave per affrontare il problema dell’obesità.

Il team, guidato da Miguel Alonso Alonso, ha analizzato la letteratura recente sulla perdita di peso per vedere se ha sostenuto l’idea che ci sia un legame neurocognitivo tra attività fisica e abitudini alimentari.

Secondo il signor Alonso, l’esercizio fisico sembra incoraggiare una dieta sana.
‘Infatti, quando l’esercizio viene aggiunto a una dieta dimagrante, il trattamento dell’obesità è più efficace e la dieta viene rimane a lungo termine.’
I ricercatori hanno detto che l’esercizio fisico aumenta la sensibilità di una persona ai segni fisiologici di pienezza, in modo che siano meno propensi a mangiare troppo.

L'articolo prosegue subito dopo

Hanno anche scoperto che allenarsi provoca cambiamenti nel funzionamento e la struttura del cervello.

Il signor Alonso, ha detto: ‘L’esercizio fisico regolare migliora le uscite nei test che misurano lo stato delle funzioni esecutive del cervello e aumenta la quantità di materia grigia.’
Una delle ‘funzioni esecutive del cervello è il controllo inibitorio, che aiuta le persone ad auto-regolare il loro comportamento – come tenere le mani lontano dalla marmellata.
I ricercatori hanno concluso che l’esercizio in tempo puo ‘aiutarci a resistere alle molte tentazioni che ci troviamo di fronte ogni giorno in una società dove il cibo, soprattutto ipercalorico, è sempre più onnipresente.’
La scoperta potrebbe essere la chiave per aiutare gli adulti obesi nel Regno Unito.

Il documento è stato pubblicato in Obesity Reviews.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*