WhatsApp: l’app che ti permette di spiare le conversazioni altrui

Tecnologia

WhatsApp: l’app che ti permette di spiare le conversazioni altrui

whatsapp

L'app che ti permette di monitorare le attività dei tuoi figli o dei tuoi dipendenti su Whatsapp. Bastano alcuni accorgimenti e sarà semplice e funzionale.

 

Sempre più social e allo stesso tempo sempre più controllati, anche a nostra insaputa.

La privacy sembra diventata un lusso in questo secolo, specialmente con app come WhatsApp, Facebook e Instagram. Certo, un buon metodo per tutelarsi è non iscriversi e non far capitare le conversazioni di WhatsApp in mano a chiunque, tenere il nostro smartphone sempre con noi, ma sono soluzioni forse troppo drastiche. Se però nascondere l’orario d’accesso e le famosissime spunte blu di quest’app non bastano come soluzioni, ricordate di non connettervi mai a reti Wi-Fi pubbliche.
Invece, se il vostro interesse è un altro, cioè quello di controllare qualcuno, magari i vostri figli minorenni o i vostri dipendenti, esistono delle app per monitorare indisturbati la messaggistica altrui ed i loro movimenti in rete. Non si è mai troppo prudenti, ed in rete, soprattutto i più piccoli, possono trovare risorse non adatte alla loro età.Va precisato che quelli citati sono softwar pensati per un uso legale, quindi altri utilizzi comportano responsabilità, anche penali, a cui l’utente dovrà rispondere.

Quali app utilizzare per un controllo efficace.

Uno delle app che possiamo utilizzare per i nostri scopi è FlexiSpy, adatto sia per computer, tablet e cellulari.

Questo software spia, intercetta le chat di Whatsapp, in particolar modo ci permette di visualizzare i messaggi, le foto profilo ed il nome di chiunque chatti con l’utente spiato, possiamo inoltre ascoltare i messaggi audio.
Se quest’app non fa al caso vostro, c’è mSpy, un valido strumento per il monitoraggio dei movimenti altrui. Permette ovviamente di controllare tutte le conversazioni di WhatsApp accedendo direttamente dal pannello di controllo. Questa, più di altre app, può essere un valido aiuto per tutti i genitori preoccupati per la sicurezza dei propri figli minorenni in possesso di uno smartphone ed una rete internet.

Se invece le nostre esigenze da investigatori sono altre, possiamo utilizzare WhatsAgent. Con quest’app è possibile visualizzare, sempre per quanto riguarda l’app WhatsApp, il numero di di connessioni, la durata delle permanenze online, ma anche il numero totale di minuti online nell’arco di 24 ore. Inoltre si possono ricevere anche notifiche non appena il nostro contatto spiato tornerà online.

Un controllo ad ampio spettro h 24.

Ultimo e forse più completa app di “spionaggio” è Spyrix, in gradi di controllare i movimenti a 360 gradi del nostro soggetto interessato. Utilizzato soprattutto per monitorare i propri dipendenti che per lavoro utilizzano pc o cellulari dell’azienda. Questa app, in più rispetto alle altre, permette di monitorare l’attività sui social network, la navigazione sul web, l’attività della tastiera, Skype e messaggistiche.Insomma, tutte attività che si dovrebbero evitare nelle ore di lavoro, se non strettamente richieste da esigenze particolari.

Tuttavia un uso di queste app può avere dei benefici.

Ricordiamo che è importante fare un uso oculato e non illegale di questi softwar, sia per le ripercussioni penali, sia per non ledere la privacy altrui. In questo nuovo millennio, dove la tecnologia ha raggiunto qualsiasi settore della nostra vita, sembra che questa parola sia più fittizia che reale. Calpestata dalla curiosità di qualcuno o dalle esigenze di vendita di aziende, ma è molto importante non entrare nella sfera privata del soggetto spiato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche