Whitney Houston aveva un fan d’eccezione… Osama Bin Laden

Esteri

Whitney Houston aveva un fan d’eccezione… Osama Bin Laden

Può sembrare irrispettoso per la grande Whitney Houston appena scomparsa, ma certamente la notizia è curiosa. La celeberrima cantante afro-americana infatti aveva un fan d’eccezione (e che molto probabilmente l’unico che avrebbe preferito non avere !): Osama Bin Laden.

A rivelarlo è Kola Boof, scrittrice anche lei afro-americana, venuta a far parte del vero e proprio harem dello “sceicco del terrore”. Una schiava del sesso, insomma. Con tempismo perfetto (forse un po’ cinicamente perfetto), la Boof, racconta nel suo nuovo libro che Osama le diceva che Whitney “era la donna più bella che avesse mai visto. La desiderava da morire e, anche se diceva che la musica è male, parlava di partire per l’America un giorno e spendere tantissimi soldi per riuscire ad avere un incontro con lei.”
Il terrorista sognava di regalare alla Houston “un’enorme casa in un sobborgo di Khartoum” e vaneggiava che lei era “musulmana in realtà”, ma che le era stato fatto il “lavaggio del cervello dalla cultura americana e dal marito, Bobby Brown, che Osama meditava di uccidere, parlandone come se fosse normale assassinare i mariti delle altre.”

Non è tutto.

Kola Boof dice che il razzismo di Osama aveva fatto un passo indietro, di fronte a Whitney, e nonostante lei fosse nera, avrebbe voluto farne una delle sue mogli. Potere della bellezza, del fascino e di una voce meravigliosa, prima che droga, alcol e depressione (proprio a causa del marito di Whitney, Bobby Brown), li rovinassero mortalmente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche