Wildlife Photographer of the Year a Milano

Mostre

Wildlife Photographer of the Year a Milano

Wildlife Photographer of the Year a Milano
Wildlife Photographer of the Year a Milano

Quarta edizione della prestigiosa mostra fotografica del Wildlife Magazine.

Numero record di italiani finalisti.

Per quarto anno consecutivo arriva alla Fondazione Luciana Matalon di Milano la mostra “Wildlife Photographer of the Year”, organizzata dall’Associazione culturale “Radicediunopercento”, presieduta da Roberto di Leo. La mostra offre una preziosa selezione di più di cento scatti che rappresentano le 21 categorie premiate nel prestigioso concorso di fotografia naturalistica nato nel 1965 per iniziativa del Natural History Museum di Londra e del BBC Wildlife Magazine.

L’obiettivo della competizione, che quest’anno compie 50 anni, è quella di emozionare attraverso le spettacolari immagini della natura, del pianeta e di chi lo abita, stimolando la riflessione sulla salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità. Una celebrazione della bellezza del pianeta e di ogni sua forma di vita, dal mondo botanico a quello animale, ai paesaggi più inospitali. E proprio in uno di questi remoti angoli della Terra, in Tanzania, il fotografo statunitense Michael “Nick” Nichols ha scattato “The last great picture” che, ritraendo il riposo di cinque leonesse e dei loro cuccioli su uno sperone di roccia dopo una giornata di caccia nel Serengeti National Park, ha vinto il prezioso titolo di “Wildlife Photographer of the Year”.

Ma in questa edizione a distinguersi sono stati anche i fotografi italiani, fra cui spicca Bruno D’Amicis, premiato nella sezione Il mondo nelle nostre mani per la foto-denuncia “The price they pay”, che illustra la spietata vendita e uccisione di cuccioli di fennec, le piccoli volpi del deserto del Sahara a rischio di estinzione.

Insieme al fotografo romano, altri sei italiani sono arrivati in finale tra le ben 21 categorie in gara: Silvio Tavolaro (“Snow Stand”, Piante e funghi), Adriano Morettin (“Touch of Magic”, Specie acquatiche), Alessandro Carboni (“Ice Land”, Ambienti terrestri), Simone Sbaraglia (“Communal Warmth”, Mammiferi), Bernardo Cesare (“Kaleidoscope”, Natural Design) e Cristiana Damiano (“A Long Line in Legs”, Bianco e nero).

Un appuntamento imperdibile al capoluogo lombardo patrocinato da EXPO Milano 2015 ed Expo in Città per ammirare gli straordinari scatti finalisti del Wildlife Photographer of the Year, che gode ogni anno di più della partecipazione di fotografi professionisti e amatoriali provenienti da tutto il mondo -soltanto nell’ultima edizione 42mila scatti sono stati sottoposti al giudizio della sua prestigiosa giuria internazionale.

1 Trackback & Pingback

  1. Wildlife Photographer of the Year a Milano | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

regali di fidanzamento algerini
Cultura

Tradizionali regali di fidanzamento algerini

22 settembre 2017 di Notizie

Studiare le tradizioni di un Paese significa capirne la cultura. E le celebrazioni di nozze sono sempre un momento per osservarle al meglio. Scopriamo insieme quali sono i tipici regali di fidanzamento algerini.