World Grand Prix, azzurre ancora sconfitte, USA troppo forti COMMENTA  

World Grand Prix, azzurre ancora sconfitte, USA troppo forti COMMENTA  

Le premesse per le Final Six del World Grand Prix 2015 erano molto buone, ma, quando si gioca contro squadre più forti, c’è poco da fare.


Le ragazze dell’Italvolley hanno incassato la seconda sconfitta in due partite nelle finali in corso a Omaha, Nebraska, questa volta per mano delle padrone di casa e campionesse mondiali uscenti degli USA.


Finisce 3 a 1, ma, ad impressionare, sono soprattutto i parziali dei set, specie quelli del primo e secondo.

La squadra del ct Marco Bonitta scende in campo concentrata, propone un gioco semplice, ma efficace. Il problema è che, dall’altra parte, le statunitensi si sono presentate al gran completo e sembrano di un altro pianeta. Il primo set finisce 25 a 17 per le americane, e il secondo addirittura 25 a 14.


La partita è già finita, anche se, nel terzo set, gli USA si presentano in campo con la testa altrove e finiscono per regalare il parziale all’Italia (25 a 15). Nel quarto set, infatti, si ristabiliscono gli equilibri di inizio match, arrivando al 25 a 18 finale che consegna l’incontro alle statunitensi per 3 a 1.

L'articolo prosegue subito dopo


Non c’è molto da commentare: gli USA sono, con la Cina, la migliore squadra al mondo, mentre quest’Italia sta nascendo adesso, attorno a un nucleo di giocatrici di sicuro talento, ma ancora molto giovani e in cerca del giusto affiatamento.

Equilibrato e condivisibile il commento di Bonitta: “abbiamo giocato la nostra partita anche se all’inizio, o meglio nel secondo set, abbiamo faticato a tenere il loro ritmo. Penso sia una sconfitta onorevole, soprattutto considerando che gli Stati Uniti si presentavano al completo”.

Ora il prossimo avversario sarà la Cina.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*