Yahoo! avvia la ristrutturazione con 2000 licenziamenti COMMENTA  

Yahoo! avvia la ristrutturazione con 2000 licenziamenti COMMENTA  


Yahoo!, colosso di internet in concorrenza con Google, ha annunciato che procederà alla ristrutturazione interna che averrà attraverso il licenziamento di circa 2000 unità di lavoratori, un dato pari, cioé, al 14% del totale dei lavotatori.

Leggi anche: In arrivo la nuova chat di Google che sfiderà Whatsapp con i ‘chatbot’

A prendere la decisione è stato il nuovo amministratore delegato Scott Thomson.
Già nel 2008 Yahoo! aveva attuato tagli per 1500 dipendenti, quella appenda decisa dovrebbe portare a risparmi annui di circa 375 milioni di dollari.

Leggi anche: Fisco Europa: Google, Apple, Facebook e Amazon nel mirino

“Stiamo intensificando gli sforzi per tornare ai nostri business core, dando priorità ai nostri utilizzatori e inserzionisti e ci stiamo orientando con grande determinazione al raggiungimento di quest’obiettivo» ha dichiarato Thompson in una nota ufficiale. In seguito alla ristrutturazione Yahoo! dovrebbe riposizionarsi sul mercato, “Saremo più piccoli, più agili, più profittevoli”, dice infine Thomson.

Leggi anche

opec
Economia

Ecco cosa dice il nuovo accordo dell’OPEC

Dopo 8 anni l’OPEC ha trovato un accordo per la riduzione della produzione di petrolio: circa 1,2 mln di barili in meno al giorno. Coinvolta anche Mosca. L’OPEC, l’organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, ha appena siglato un nuovo accordo quadro. E’ la prima volta che accade una cosa del genere da otto anni a questa parte ed è un risultato arrivato al termine di una trattativa molto complessa, che vedeva contrapposti i tre principali produttori mondiali, Arabia Saudita, Iraq e Iran. In più, il nuovo accordo ha coinvolto anche Paesi che dell’OPEC non fanno parte, come la Russia. L’effetto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*