Yalla: a Napoli il rendiconto di tre anni d’intercultura COMMENTA  

Yalla: a Napoli il rendiconto di tre anni d’intercultura COMMENTA  

yalla 30-860x450_c
yalla 30-860x450_c

Yalla, il servizio regionale di Mediazione Culturale, fa il bilancio dei suoi primi tre anni con una due giorni di convegni a Napoli

Il 15 e il 16 dicembre ci saranno “INTERAZIONI:LA MEDIAZIONE AL TEMPO DELLE MIGRAZIONI”, gli stati generali della mediazione in Campania

L’ANALISI – La Campania contiene circa il 40% degli stranieri presenti nel Sud Italia: analizzare il loro ruolo, la loro composizione (quali sono i paesi più rappresentati? Quali quelli meglio integrati? ecc) e il successo o meno della loro integrazione sul territorio era diventata esigenza imprescindibile. Per questo la Regione tre anni fa aveva creato Yalla, il servizio regionale di Mediazione culturale, puntando sulla mediazione culturale come strumento privilegiato per avvicinare, includere, favorire l’interazione e lo scambio tra civiltà, provando a creare opportunità equivalenti nel rispetto delle differenze congenite. Nei tre anni dalla nascita, al netto dei risultati, Yalla ha interagito proprio con tutti, creando quindi un’esperienza maturata con Esperti, Amministratori locali, operatori e referenti delle Istituzioni, leader di comunità e portatori di interessi sulle prospettive della società multiculturale. Proprio per illustrare i risultati dell’ultimo triennio, il 15 e il 16 dicembre, al Chiostro Santa Maria la Nova, in piazza Santa Maria la Nova, a Napoli, (il 15) e al centro di cultura Domus Ars in Via Santa Chiara (il 16) si terrà “Interazioni”, gli stati generali della Mediazione in Campania.

IL PROGRAMMA – Le mattinate saranno dedicate a sedute in plenaria, mentre il pomeriggio del 15 ci saranno diversi gruppi di lavoro (i cui prodotti saranno poi restituiti il 16), così elencati:

I.

VIVERE LA CITTADINANZA, PROMUOVERE LA PARTECIPAZIONE, COSTRUIRE COESIONE SOCIALE

II. NUOVE GENERAZIONI…NUOVE FORME DI MEDIAZIONE

III. LA MEDIAZIONE CULTURALE RISORSA CRUCIALE PER LA PRIMA ACCOGLIENZA E I SERVIZI DI PROSSIMITÀ

IV.

MEDIAZIONE CULTURALE E LA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI IN CHIAVE INTERCULTURALE

Tra i protagonisti della due giorni organizzata da Yalla avremo Sebastiano Maffettone (consigliere alla cultura regione Campania), Giovanni Moro della Fondazione per la cittadinanza e moltissimi tra studiosi ed esperti.

Leggi anche

About Modestino Picariello 513 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*