Zanzara tigre: è in atto una vera invasione in Italia COMMENTA  

Zanzara tigre: è in atto una vera invasione in Italia COMMENTA  

Zanzara Tigre

La zanzara tigre tornano anche quest’estate. Sono necessarie precauzioni particolari per difendersi dal virus zika, diffuso da questi insetti.

Più puntali del bel tempo, tornano anche quest’estate per tormentarci. Sono 26 anni ormai, dalla prima attestazione nel 1990, che si presentano. Sono le Aedes albopictus, la zanzara tigre, gli insetti dal corpo striato bianco e nero. Pungono tatticamente in punti irraggiungibili e ronzano nelle orecchie durante la notte, mentre scelgono la parte del corpo da infettare.


Negli ultimi anni si sono diffuse moltissimo e, secondo i dati ricavati dalla Vape Foundation, infestano 63 province su 110. Ovviamente, la diffusione maggiore sarà in Lombardia, dal momento che queste zanzare preferiscono gli ambienti afosi e dalle temperature molto alte.


La novità di quest’anno è il virus Zika, causa della febbre gialla. Temutissimo soprattutto dalle donne incinte, può essere trasmesso attraverso la puntura di questi insetti. Le zanzare tigre sono attive tutto il giorno ed è assolutamente necessario fare il possibile per evitare di attirarle. Non devono esserci vasi con acqua stagnante, essendo luoghi in cui la zanzara si riproduce. Qualora sia troppo tardi e si trovino troppe zanzare tigre nella propria casa, si deve ricorrere alla disinfestazione.


Per evitare di essere punti, è necessario usare una crema apposita contro le zanzare tigre, reperibile in qualsiasi farmacia. Qualora ciò non sia bastato, ci si deve rivolgere al proprio medico curante e recarsi in ospedale per delle precise cure.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*