Zero Escape The Nonary Games: trucchi, recensione, prezzi

Videogiochi

Zero Escape The Nonary Games: trucchi, recensione, prezzi

Zero Escape The Nonary Games: trucchi, recensione, prezzi
Zero Escape The Nonary Games: trucchi, recensione, prezzi

Zero Escape The Nonary Games è la versione rimasterizzata di tre dei capitoli più belli dell’intera saga di Zero Escape. Ecco qualche curiosità.

“Zero Escape”, rilasciato in Giappone con il titolo di “Extreme Escape”, è una serie di videogiochi d’avventura scritta e diretta da Kotaro Uchikoshi. La serie è composta da tre diversi capitoli. Il primo è stato rilasciato nel 2009 e comprende “Nine Hours”, “Nine Persons” e “Nine Doors”; il secondo è stato rilasciato nel 2012 con il titolo di “Zero Escape: Virtue’s Last Reward”, l’ultimo è stato rilasciato lo scorso anno, nel 2016, e si intitola “Zero Time Dilemma “.

In ogni capitolo, la serie di videogame segue le vicende di un gruppo di nove individui rapiti e tenuti prigionieri da una persona di nome “Zero”. Ogni individuo, pena la libertà, è costretto a giocare un gioco mortale.

“Zero Escape: The Nonary Games” è invece la versione rimasterizzata dei primi tre capitoli di “Zero Escape”, ovvero, Nine Hours, Nine Persons e Nine Doors.

In aggiunta, gli appassionati potranno dilettarsi con un nuovo capitolo, “Zero Escape: Virtue’s Last Reward”, che come per ogni versione può essere giocato anche su PlayStation 4, PlayStation Vita, PlayStation TV e PC.

Al momento, non disponiamo di una data precisa per il lancio del prodotto sul mercato, ma voci di corridoio vorrebbero che questa faccia riferimento alla Primavera del 2017. E’ ormai questione di giorni, se non di ore.

Come sbloccare i livelli e altri trucchi

La struttura del gioco prevede due fasi: la prima, quella del racconto, durante la quale vengono presentate le storie dei personaggi protagonisti del videogame, e la seconda, la fase relativa alla fuga, quella del gioco vero e proprio, all’interno della quale il videogamer dovrà risolvere i vari puzzle allo scopo di far fuggire i prigionieri ed evitare loro la morte.

Il videogioco prevede finali alternativi: le mosse e le decisioni che il videogiocatore metterà in atto durante il gioco determineranno uno dei finali previsti dal videogioco.

Un finale non è speculare all’altro e questo vuol dire che, a prescindere dal numero di volte che si gioca, a seconda della decisione presa, il finale a cui si assiste potrebbe essere diverso da quello a cui si è assistito la volta precedente. Non per forza tutti i finali verranno rivelati al giocatore. Tutto dipende dalla sua abilità e costanza.

Ogni decisione presa, ogni azione compiuta, sarà decisiva per il completamento del livello, il passaggio al successivo e la fase finale, che coincide con la fuga dei prigionieri e, di conseguenza, la loro salvezza. Non vi sono trucchi specifici e vincenti, poiché l’intero videogioco è basato sull’astuzia del videogiocatore e la sua capacità di prendere decisioni giuste ed immediate.

Gli individui coinvolti nel gioco mortale dovranno tentare il tutto e per tutto per salvarsi, dovranno scegliere se fidarsi o tradirsi a vicenda, una mossa sbagliata e per loro non ci sarà più nulla da fare.

Nelle nove ore a disposizione per salvarsi la vita, i ragazzi prigionieri dovranno anche capire chi è Zero, il personaggio misterioso che li ha catturati e li tiene prigionieri, costringendoli a giocare ad un gioco mortale. Chi è? Cosa vuole da loro? Perché li ha rapiti?

Quali console supporta?

Inizialmente lanciato nel 2009 su Nintendo DS, ad oggi “Zero Escape” può essere giocato anche su Nintendo 3DS, Playstation Vita (per la quale si prevede sia il formato digitale che retail), Playstation 4, iOS e Microsoft Windows (via Steam).

Prezzi e recensione

Impossibile pensare che il videogame deluderà le aspettative dei fan, anzi, se possibile, negli anni il videogioco è notevolmente migliorato, sia per quanto riguarda la grafica che per quanto riguarda anche gli effetti. Se da un lato, infatti, almeno per quel che riguarda la sezione raccontata del videogioco, questa si componeva di immagini statiche, ora si compone di immagini che sono in movimento, tendendo ben salda l’attenzione del videogiocatore.

Novità anche per quanto riguarda le voci, che in alcuni capitoli sono doppiate sia in inglese che in giapponese. Questo è il caso di “Zero Escape: Virtue’s Last Reward”, ma nella versione rimasterizzata per “999”. Nello specifico, il videogioco è dotato di audio giapponese ed inglese con sottotitoli in inglese.

Dal punto di vista del gioco in sé, invece, il giocatore è costantemente sfidato da un punto di vista intellettuale, spronato a ferme ed improvvise decisioni, pena la salvezza dei nove prigionieri.

L’ambientazione del videogame si compone di due diversi scenari. Da un lato, vi è un gruppo di nove persone, bloccato su una nave che sta affondando, e costretto a fidarsi l’uno dell’altro ed hanno solo nove ore di tempo per salvarsi. Dall’altro, vi è un secondo gruppo, composto sempre da nove persone, bloccato in un edificio. Anche in questo caso la regola del gioco non cambia. Il gruppo di individui dovrà scegliere se fidarsi o tradirsi a vicenda per salvarsi la vita.

Infine, c’è Zero, un personaggio misterioso e sconosciuto, che rapisce le persone e le costringe a giocare ad un gioco mortale.

A seconda del rivenditore scelto, il prezzo del videogame potrebbe variare.

Attualmente, il prezzo di lancio non è stato stabilito per tutte le console sulle quali si potrà giocare al videogioco, tranne che per Playstation 4, per la quale, il prezzo di lancio di “Zero Escape: The Nonary Game” è stato fissato a 70 Euro.

Nuovo o usato?

E’ difficile immaginare che a pochi giorni dall’uscita del videogioco, qualcuno sia già pronto a disfarsene, se casomai quel giorno dovesse mai arrivare per un appassionato. Alla domanda se conviene comprare il videogioco nuovo o usato, tuttavia, noi rispondiamo che tutto dipende dal gusto e dalla disponibilità economica. In generale, il costo di un videogioco è abbordabile per tutti, quindi sta a voi capire se preferite un videogioco nuovo o usato. Di certo, noi possiamo dire che un prodotto nuovo è sempre di gran lunga superiore ad uno usato.

Comprare il gioco online

Come per ogni prodotto, oggi molti dei videogame possono anche essere acquistati online. L’elenco degli store è lungo e, naturalmente, “Zero Escape: The Nonary Games” può essere acquistato anche presso gli store più rinomati, come Amazon o Unieuro.

Quest’ultimo, metterà in vendita il videogioco sia nello store virtuale che in quello fisico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche