Zucchero: frasi belle delle canzoni

Musica

Zucchero: frasi belle delle canzoni

zucchero
Zucchero: concerti 2017 negli stadi. Costo e giorni

Pochi cantanti come Zucchero sono riusciti a coniugare nelle proprie canzoni un'anima più rock con un'anima, invece, più intima. Il cantante emiliano è ancora sulla cresta dell'onda

Pochi cantanti come Zucchero sono riusciti a coniugare nelle proprie canzoni un’anima più rock con un’anima, invece, più intima. Il cantante emiliano, a oltre 60 anni, di cui 34 di pubblicazioni, sfodera ancora numeri notevoli in ambito discografico e non smette di essere apprezzato sia dai suoi fan che dalle radio ad ogni nuovo successo. Qual è il suo segreto? Probabilmente quello di essere un artista molto raro nel panorama italiano.

Zucchero Fornaciari, infatti, è uno dei pochi artisti rimasti sulla scena italiana ad aver saputo contaminare il blues e il soul con la musica pop del Bel Paese. Questo gli ha permesso non solo di creare delle hit internazionali ma anche dei testi che ancora oggi restano, a distanza di decenni. Andiamo a scoprirne qualcuno.

COME IL SOLE ALL’IMPROVVISO

L’amore che si prova e devasta l’animo, descritto come in poche altre canzoni. Testo di Gino Paoli.

Nel mondo
io camminerò
tanto che poi i piedi mi faranno male
io camminerò
un’altra volta

e a tutti
io domanderò
finché risposte non ce ne saranno più
io domanderò
un’altra volta
Amerò in modo che il mio cuore
mi farà tanto male che
male che come il sole all’improvviso
scoppierà scoppierà.
Nel mondo
io lavorerò
tanto che poi le mani mi faranno male

CON LE MANI

L’erotismo, l’anafora, e un pizzico di blasfemia. Le mani passano dall’eros alla religione in una canzone molto, molto allusiva

Per provare nuove sensazioni
Farsi trasportare dalle emozioni
È un incontro di mani questo amore
Con le mani se vuoi, puoi dirmi di sì
Le tue mani così all’improvviso
(Le tue mani così all’improvviso)
Si sono fatte strada fuori e dentro di me
Con le mani preghi il Signore

SENZA UNA DONNA

Uno dei testi più famosi e ironici del primo Zucchero. La rabbia per chi se ne è andato e poi ritorna, fingendo che tutto rimanda uguale

Sei stata lì
E adesso torni lady
hey, con chi stai…
Io sto qui e guardo il mare
sto con me, mi faccio anche da mangiare

si è così, ridi pure ma
non ho più paure di restare…

SENZA UNA DONNA
come siamo lontani
SENZA UNA DONNA
sto bene anche domani
SENZA UNA DONNA
che m’ha fatto morir
SENZA UNA DONNA
hah… hah…
È meglio così

COSì CELESTE

Canzone anche di un famoso spot natalizio, è forse l’apice di Zucchero cantante romantico. Un testo dolcissimo e meraviglioso, dall’album Spirito DiVino del 1995. Qui non è bella una sola frase, ma quasi tutta la canzone merita di essere citata.

Gli occhi si allagano, e la ninfea

Galleggia in fiore, che maggio sia

E per amarti meglio, amore mio

Figliamo rose, lo voglio anch’io

E mi fa vivere, e accende il giorno

Così celeste, she’s my baby

Come un pianeta che mi gira intorno

E brucia il fuoco she’s my baby

Lei lo fa come avesse sete

Oh I don’t know

Sulla mia pelle

Lieve come neve!

E mi fa piangere e sospirare

Così celeste, she’s my baby

E mi fa ridere, bestemmiare

E brucia il fuoco, she’s my baby

Lei mi fa vivere e accende il giorno

Così celeste, she’s my baby

Come un pianeta che mi gira intorno

E brucia il fuoco, she’s my baby

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Modestino Picariello 656 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+