> > La classifica dei 10 eserciti più potenti al mondo

La classifica dei 10 eserciti più potenti al mondo

eserciti

Gli eserciti e le armi hanno in gestione il mondo. Una decina di stati, importanti e decisamente potenti, tiene infatti nelle proprie mani gli equilibri mondiali. Vengono esibite la propria forza militare, la potenza delle proprie armi, l’addestramento delle proprie flotte e dei propri batta...

Gli eserciti e le armi hanno in gestione il mondo.

Una decina di stati, importanti e decisamente potenti, tiene infatti nelle proprie mani gli equilibri mondiali. Vengono esibite la propria forza militare, la potenza delle proprie armi, l’addestramento delle proprie flotte e dei propri battaglioni… La classifica che proponiamo qui di seguito prende in considerazione diversi parametri, dal numero di soldati alla grandezza del territorio. E crea la mappa dei dieci eserciti più temibili e robusti a livello planetario. Se le prime posizioni possono risultare piuttosto scontate, stupisce invece non poco l’enorme divario fra la potenza più forte e il resto della compagnia…

10° posto: Turchia

Forza enorme, ma comunque distaccata dalla nona. La Turchia investe circa 31 miliardi di dollari all’anno per difendersi e utilizza più di mezzo milione di personale militare. La flotta conta quasi duecento imbarcazioni, mentre gli aeroplani sono più di 1500. Nel complesso si estende per oltre 78o mila chilometri quadrati, posizionandosi come sesta nazione per estensione fra le dieci presenti in classifica.

9° posto: Giappone

Per estensione il Giappone è settimo. Per forza militare si trova invece al nono posto. La nazione investe 44 miliardi di dollari e possiede un esercito di quasi 400 mila unità. La flotta navale dispone di 150 imbarcazioni, mentre quella aerea di oltre 1600 velivoli. Il Giappone è uno stato più piccolo di quello che lo precede in classifica. Per questo motivo, nel complesso del calcolo, risulta essere posizionato soltanto al nono posto.

8° posto: Brasile

Il Brasile investe meno di Turchia e Giappone, pur precedendoli in classifica. Dispone però di un territorio molto più grande. Se si considera che il Giappone si estende per oltre 377 mila chilometri quadrati e il Brasile per oltre 8,5oo chilometri quadrati, si capisce che la stima della la potenza militare dello stato non può prescindere dalla sua estensione. Fra i dieci stati è comunque quello con la flotta meno equipaggiata.

7° posto: Germania

La sorpresa in parte si trova già qui. Fra gli stati europei considerati “forti”, infatti, la Germania si trova in difficoltà. 46 sono i miliardi di investimento, 250 mila le unità dell’esercito. Mentre la flotta aerea è quella più debole all’interno della top ten dal punto di vista numerico. Lo stato tedesco paga, a quanto pare, ancora la sconfitta nella seconda guerra mondiale.

6° posto: Francia

Se si prendesse in considerazione solo il budget che i francesi destinano ogni anno a spese militari, la nazione starebbe stata al secondo posto. Nel complesso la potenza francese è la sesta del mondo. 225 mila sono i militari addestrati, metre 1100 gli aerei a disposizione. Nella classifica la Francia si trova sopra alla Germania, ma sotto alla…

5° posto: Inghilterra

La potenza scende. Fossimo stati cinquanta anni fa, l‘Inghilterra sarebbe seconda. Ma oggi l’esercito di Sua Maestà paga pegno. Soprattutto per la sua dimensione, perché delle dieci in classifica è la più piccola. Con il tempo, probabilmente, uscirà anche dalla top 5. Per il momento però è ancora lì, grazie a sui 53 miliardi di dollari investiti e una flotta aerea di tutto rispetto pari a quasi 2700 aeroplani. I militari totali sono duecentomila.

4° posto: India

Investe meno dell’Inghilterra, ma ovviamente resta più forte. Questo è merito di un territorio dieci volte più grande e di un esercito con un milione e duecentomila unità in più. L’India è uno stato emergente che ogni anno investe sempre più risorse per l’esercito. Al momento, però, le flotte aeree e quelle navali sono ancora più deboli, sia per numero che per tecnologia, rispetto a Francia e Inghilterra!

Gli eserciti più potenti in classifica

3° posto: Russia

Il podio divide il mondo. Il grande nemico degli Stati Uniti è stata la Russia. Che oggi però è solo il nemico numero due. Spende meno di Francia e Inghilterra, ha meno uomini dell’India, ma possiede una flotta aerea enorme. Con 6500 velivoli e un territorio pressoché sconfinato. La potenza della Russia, come insegnano la storia degli eserciti di Hitler e quella di Napoleone, si staglia su un paese inconquistabile e impenetrabile. Che è grande il doppio rispetto agli Stati Uniti ed è pari quasi a dieci volte l’Inghilterra. La nostra classifica non può non tenerne conto. Se gli investimenti non sono superiori nemmeno a quelli del Giappone, come il Brasile anche la Russia vive la propria immensità come una fra le armi più affilate da poter esibire.

2° posto: Cina

Moltissimi, innumerevoli uomini. La Cina è l’unica potenza mondiale in grado di contare su più di due milioni di uomini. Ma investe e spende meno della Francia. Ha una flotta navale che rimane un terzo rispetto a quella russa. Possiede un terriorio enorme, ma grande la metà di quello russo. Il confronto con la prima potenza in classica la penalizza sotto ogni punto di vista, soprattutto da quello degli investimenti. Ma la Cina è tuttavia una potenza economica consolidata. Pertanto non è utopistico sostenere che nei prossimi anni le differenze con l’esercito più potente al mondo tenderà ad assottigliarsi. Attualmente, comunque, rimando seconda in classifica. A molta distanza, per il momento, dal diventare prima. Ma la nazione è ambiziosa quanto basti per volerlo diventare.

1° posto: Stati Uniti

La spesa militare statunitense è enorme. Da sola essa supera la somma delle altre nove potenze in classifica. Si attesta infatti sui 515 miliardi di dollari. Più o meno nove volte gli investimenti fatti dalla Cina, al secondo posto. Abbiamo detto che la Cina è la sola a superare i due milioni di soldati. Gli Stati Uniti ne impiegano 1,3 milioni, è vero. Però dispongono di 1600 navi contro le 760 della Cina e di 22.700 aerei contro i 2400 cinesi. Inoltre, fattore determinante, gli USA possiedono l’esercito più addestrato, più forte dal punto di vista tecnico e più all’avanguardia da quello tecnologico.

La leadership degli Stati Uniti non pare dunque essere in dubbio. La forza dei numeri li colloca con fermezza in cima alla nostra classifica. Questo elemento sembra essere il solo a non essere in discussione. La potenziale forza di uno stato si scontra con l’atto, ovvero con la guerra in sé. Che molto spesso va oltre la consistenza dalle armi e degli eserciti che si possiedono. Per la coda della classifica è quasi sicuro che sia così.