×

10 serie tv di nicchia con le quali vantarsi con gli amici

10 serie tv di nicchia con le quali vantarsi con gli amici
10 serie tv di nicchia con le quali vantarsi con gli amici

Nel 2016, gli USA hanno sfornato ben 455 serie tv. Alcune di successo, altre meno. Ma guardarne alcune particolamente originali potrebbe essere un vanto.

455 serie tv prodotte soltanto negli Stati Uniti. Di molte se ne parla, di altre si tace.

Ma in questo momento storico in cui guardare serie tv è uno status symbol, perchè non tirarsela con i titoli più originali di questo 2016?

Ecco le dieci le più significative. Dalle comedy inglesi alle serie di fantascienza in portoghese; dalle opere firmate da registi cult del calibro di Baz Luhrmann e Antoine Fuqua a quelle che tirano in ballo Donald Trump e la gastronomia di eccentrici chef.

  1. 3%. Serie brasiliana di fantascienza in onda su Netflix sulla scia degli Hunger Games.

    Il mondo è dominato dal degrado. In Brasile, una volta all’anno, i ventenni possono cambiar vita raggiungendo le oasi di pace dove vive il 3% della popolazione meritevole. Ma per farlo, devono superare prove molto dure.

  2. Atlanta. Andrà in onda su FOX dal 19 gennaio. Ad Atlanta, capitale dello stato della Georgia, si seguono le avventure di un gruppo di rapper dai dialoghi brillanti, personaggi dall’ironia contagiosa. L’ideatore è Donald Glover, musicista rap noto negli States col nome di Childish Gambino.
  3. Braindead. Serie perfetta post elezione Trump, visibile in Italia su Rai4. Alcune formiche aliene giungono a Washington per intrufolarsi nelle teste dei parlamentari repubblicani e democratici. Il risultato è un estremismo delle posizioni durante la loro campagna presidenziale.
  4. Feed the beast. Serie tv che eccelle per la bravura di David Schwimmer e per la scelta di un cuoco drogato appena uscito di cella come protagonista. La trama ruota attorno all’apertura di un originale ristorante.
  5. Fleabag. Black comedy che racconta la vita confusa e caotica della protagonista come specchio di quella dei giovani della nostra epoca.
  6. Ice. L’ideatore è Antoine Fuqua. Serie e ccellente con un ottimo impatto visivo. La serie ha come protagonisti due fratelli che lavorano nel commercio dei diamanti. Un commercio per nulla facile.
  7. Quarry. Il protagonista è Mac Conway detto “Quarry” che, nel 1972, torna a Memphis dopo aver combattuto in Vietnam. Un rientro tutt’altro che felice. Veterano disilluso, senza più ragioni per vivere e con le persone a lui care che lo trattano male, diventa un temuto serial killer.
  8. Son of Zorn. Zorn assomiglia a He-Man. La comedy mescola live-action e animazione. Il protagonista lascia Zephyria, isola del Pacifico, e arriva in California per riconquistare figlio adolescente ed ex-moglie. Ci riuscirà?
  9. The Get Down. Showrunner della serie è il celebre Baz Luhrmann, regista di “Moulin Rouge” e “Il Grande Gatsby”. La serie ci porta nel South Bronx di New York attraverso un gruppo di adolescenti che vive per la musica.
  10. The OA. Serie discussa e amata per la sua stranezza. Incomprensibile e dove accadono cose senza senso. Almeno in apparenza. La protagonista è Prairie Johnson, ragazza che ritorna nel suo paese dopo sette anni di assenza. Quando era partita, era cieca ma ora ci vede bene. Si susseguono eventi inspiegabili, situazioni paradossali e atmosfere sospese. Serie tv che o si odia o si ama. E dal finale del tutto inaspettato.
Contents.media
Ultima ora