17 anni: addio alla promessa del calcio Nicolò Mancin
Addio alla promessa del calcio Nicolò Mancin, aveva 17 anni
Cronaca

Addio alla promessa del calcio Nicolò Mancin, aveva 17 anni

Morto
Morto

Giorno di lutto per il calcio milanese: è stata trovato il cadavere di Nicolò Mancin, morto durante una vacanza con gli amici

Era scomparso il 12 agosto il milanese Nicolò Mancin, 17 anni, durante una vacanza in Grecia con gli amici. Il gruppo si trovava sulle isole Cicladi, ad Antiparos, quando è accaduto l’impensabile: il corpo del ragazzo è stato recuperato dai sommozzatori, ormai senza vita. La salma rientrerà a Milano in questi giorni, ma intanto la dinamica del decesso è ancora tutta da chiarire.

Una strana sparizione

Quanto è stato ricostruito per ora sulla vicenda sembra non escludere la fatalità e il malore: gli amici di Nicolò infatti raccontano di essere andati in spiaggia con lui, non avendolo poi più visto improvvisamente. Grazie alla denuncia di sparizione effettuata in modo tempestivo, i soccorsi si sono mobilitati, finché il corpo del ragazzo non è stato rinvenuto il giorno seguente da un sub. Il mare era molto agitato, per cui gli inquirenti hanno preso anche in considerazione un incidente in mare.

Non si sa nulla invece su teorie che vaglino il non accidentale.

Gli inquirenti per ora preferiscono rimanere su una strada un po’ più limpida e anche più probabile vista la situazione in cui si trovava Nicolò. Per ora si ricorda comunque che tutto è possibile, per cui si attendono le novità delle indagini nei prossimi giorni.

Niccolò Mancin

Una volta rientrata la salma a Milano, il funerale del ragazzo si terrà il 21 di agosto, alle 14.45 nella zona di QT8, dove Nicolò viveva con la sua famiglia. La chiesa sarà quella di Santa Maria Nascente ed il rito sarà naturalmente ed interamente cattolico. I parenti ed i cari di Nicolò piangono dunque il loro dolore, dando un ultimo saluto ad un giovane che avrebbe potuto ancora dare molto.

Oltre che figlio, nipote ed amico, Nicolò era infatti un astro nascente del mondo calcistico, capitano della formazione juniores di Bonola Calcio. Portava la maglia numero sei ed era un difensore dal piede sinistro. Era stimato da tutta la squadra e da chiunque avesse lavorato o collaborato con lui.

morto

La dichiarazione di Calcio Bonola

Calcio Bonola non ha voglia di pensare al campionato, Calcio Bonola non ha voglia di far firmare i tesseramenti, Calcio Bonola non ha voglia di organizzare le amichevoli.

Calcio Bonola è in lacrime, i palloni restano sgonfi, le maglie da piegare: è tutto da organizzare per la nuova stagione perché Calcio Bonola deve dire addio al suo capitano Nicolò Mancin. Ciao capitano, sarà impossibile dimenticarti” è il messaggio che il club pubblica sui social, rendendo tutti quanti partecipi della propria perdita. Il volto di Nicolò dunque rimarrà sempre impresso nella memoria dei compagni, che d’ora in poi giocheranno anche per lui. Insomma,un’altra perdita non indifferente per il mondo dello sport.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche