19 giugno 1324: Nasce il Regno di Sardegna e Corsica - Notizie.it
19 giugno 1324: Nasce il Regno di Sardegna e Corsica
Storia

19 giugno 1324: Nasce il Regno di Sardegna e Corsica

Dopo i Vespri Siciliani ed il conseguente intervento di Giacomo II d’Aragona nell’isola contro gli angioini, il Papato, il quale era giuridicamente il signore feudale del Sud Italia dopo la fine degli Hohenstaufen, si vide costretto ad intervenire per dirimere la questione prima che una nuova guerra lambisse lo stato della Chiesa. Con il Trattato di Anagni stipulato il 12 giugno 1295 per volere di papa Bonifacio VIII, il re aragonese si impegnava a ritirarsi dalla Sicilia, in cambio aveva il permesso di conquistarsi la Sardegna e la Corsica. La Sardegna però a quei tempi aveva sviluppato una forma di governo autonomo, frutto dell’isolamento a cui l’espansione islamica nel Tirreno l’aveva costretta negli ultimi secoli. Esistevano quattro Giudicati retti da governi autoctoni, anche se quello di Cagliari cadde sotto controllo della Repubblica di Pisa verso la metà del XIII secolo e nel nord e in Corsica l’influenza di Genova era pesante, che furono totalmente ignorati nelle decisioni del pontefice riguardanti l’isola.

L’impresa militare per re Giacomo si prospettava ardua ma, grazie all’alleanza con Genova e col Giudicato di Arborea, riuscì dopo una serie di battaglie, l’ultima e decisiva delle quali il 29 febbraio del 1324, a strappare i territori della Gallura e del Cagliaritano ai pisani. Questi costituirono l’embrione del nuovo Regno di Sardegna e Corsica, il quale venne sancito ufficialmente il 19 giugno seguente. L’unificazione dell’isola però era ancora lontana per gli aragonesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche