2011: addio alle buste di plastica - Notizie.it
2011: addio alle buste di plastica
Firenze

2011: addio alle buste di plastica

Dal 1° gennaio 2011 inizierà la lenta scomparsa delle buste di plastica . È quanto deciso dalla direttiva dell’Unione Europea, approvata in Italia con un anno di ritardo, che impone il divieto di produzione, commercializzazione e utilizzo dei sacchetti in plastica non biodegradabili, che rappresentano una delle fonti di inquinamento del pianeta.
Firenze non farà eccezioni. Il Comune del capoluogo toscano sostiene questo cambiamento aderendo alla campagna nazionale “Porta la sporta” promossa dall’Associazione comuni virtuosi con una serie di iniziative per coinvolgere, informare e sensibilizzare i cittadini, non solo i consumatori ma anche le scuole e gli stessi operatori del commercio.
I sacchetti di plastica non scompariranno subito: potranno essere utilizzati fino ad esaurimento scorte e comunque fino all’entrata in vigore del decreto attuativo del provvedimento, o di ordinanze emanate dai singoli comuni.
In un secondo momento non sarà più possibile utilizzare le vecchie buste neanche per raccogliere la spazzatura organica (avanzi di cibo, scarti di giardino), mentre sarà ancora consentito il loro uso per metterci l’inorganica.
In Toscana Unicoop Firenze e Unicoop Tirreno aveva già messo al bando la busta di plastica dal giugno 2009.

Unicoop Firenze ha constatato che il 60% di clienti si è già abituato a fare la spesa con la borsa in cotone.
Unicoop Tirreno ha rilevato infine, che il primo anno senza buste di plastica, ha significato evitare di disperderne nell’ambiente 47,3 milioni pari a 600 tonnellate: per produrli sarebbero state necessarie 860 tonnellate di petrolio e un’emissione di 400 tonnellate di anidride carbonica in atmosfera.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.