×

2011: Anno Internazionale delle Foreste

Con la risoluzione 61/193, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2011 anno internazionale delle foreste, incoraggiando la partnership da parte degli stati membri, delle organizzazioni internazionali e regionali, con un invito particolare alla FAO, per promuovere attività relative all’Anno, a livello nazionale e internazionale.

Il primo evento si è tenuto lo scorso ottobre, con la ventesima seduta della Commissione FAO per le Foreste (COFO), a Roma. Sono seguiti tre ulteriori eventi, mentre è ancora in corso il quarto: la sedicesima conferenza tra le parti alla United Nations Framework Convention on Climate Change, che si tiene a Cancun, in Messico. Il vero e proprio “lancio” dell’Anno avrà luogo tra il 24 gennaio e il 4 febbraio, presso il quartier generale delle Nazioni Unite a New York, ma tutto l’anno sarà scandito da numerosi incontri e giornate dedicate a temi particolari, come lo sviluppo sostenibile, l’acqua, la Terra, la migrazione degli uccelli, la vita degli indigeni, l’ambiente, la biodiversità, la desertificazione e la siccità, la biotecnologia applicata agli alberi, l’alimentazione e le montagne.
L’iniziativa offre un’opportunità unica per aumentare la consapevolezza dell’opinione pubblica sulle sfide a cui sono esposte molte foreste mondiale e le persone che dipendono da loro.

Esistono già numerosi esempi di successo, lezioni preziose della promozione di una gestione sostenibile delle foreste; l’Anno Internazionale si vuol fare strumento di incontro di tutte queste voci, per costruire un momento di partecipazione pubblica.

Il logo è stato disegnato per celebrare il ruolo centrale dell’uomo nella gestione sostenibile, nella conservazione e nello sviluppo sostenibile delle foreste del nostro mondo; mostra come sia necessaria una visione a 360 gradi: le foreste forniscono un riparo alle persone e un habitat alla biodiversità, sono una fonte di cibo, di medicina e di acqua pulita; giocano un ruolo vitale nel mantenere un clima globale stabile.

Il sito: celebrating forests for people

Scrivi un commento

1000

Leggi anche