2012: Anno del legno, tradizione e modernità a confronto - Notizie.it
2012: Anno del legno, tradizione e modernità a confronto
Attualità

2012: Anno del legno, tradizione e modernità a confronto

Gettare delle basi scientifiche per le attività che si svolgeranno nel corso dell’anno con lo scopo di valorizzare il legno e le produzioni artigiane che ne derivano.
Questo lo scopo del convegno organizzato da Confartigianato Imprese Cuneo in collaborazione con il Comune di Pamparato in programma per sabato 31 marzo 2012 presso il Castello Cordero di Pamparato.
L’incontro sarà l’inizio “ufficiale” del progetto “2012: l’anno del legno”, prosieguo ideale del passato “anno della pietra” che ha visto Confartigianato Cuneo e numerose imprese impegnate in azioni di promozione e valorizzazione delle produzioni di qualità.
“Giunto ormai alla terza edizione, – spiega Roberto Ganzinelli, presidente della Zona di Mondovì di Confartigianato, nonché Vice presidente provinciale – questo appuntamento si rivela sempre un’ottima occasione per discutere su importanti temi legati all’economia e al territorio. Nel corso dei qualificati interventi dei Funzionari di Confartigianato Imprese Guido Cesati e Marco Frigerio verrà presentato uno studio sulle tematiche relative alla materia prima legno e ai collegati aspetti economici a livello mondiale, europeo, italiano e locale.

Il comparto rappresenta infatti una realtà economico-produttiva che necessita di nuove opportunità di crescita. Se negli ultimi anni si è registrato un aumento della superficie forestale, il nostro Paese rimane tuttavia tra i primi importatori mondiali ed europei di materiale ligneo. Questo perché, nel panorama complessivo della filiera legno, risultano troppo deboli i primi passaggi legati alla silvicoltura ed al territorio. Anche nella Granda la situazione denuncia questi aspetti di criticità, evidenziando il bisogno che vengano impostate politiche forestali adeguate per favorire l’incremento delle imprese ed il maggior utilizzo del legno locale. L’azione sindacale di Confartigianato passa dunque anche attraverso momenti come questo convegno o l’organizzazione di eventi e manifestazioni mirati a sensibilizzare l’opinione pubblica e i decisori politici su temi che si rivelano di interesse non solo per le imprese che rappresentiamo, ma anche per la collettività tutta”.
“Quando ideammo il progetto “raccontare l’artigianato” attraverso i materiali del territorio – conclude Domenico Massimino, presidente provinciale di Confartigianato Cuneo – avevamo come principale obiettivo il valorizzare contestualmente l’abilità dei nostri artigiani e le risorse naturali della provincia di Cuneo, traendo da questi due elementi un vero e proprio distillato della migliore tradizione locale.

Il percorso avviato nel 2011 con l’anno dedicato alla pietra, ha superato ogni nostra aspettativa: non solo ci ha permesso di portare alla ribalta una delle più antiche pratiche di utilizzo delle ricchezze della nostra terra, ma ha risvegliato in tutti noi curiosità sopite ed un rinnovato interesse per le pratiche del passato, interpretandole come stimolo per guardare in modo dinamico al futuro. Anche quest’anno, attraverso un fitto calendario, Confartigianato Cuneo intende celebrare uno dei materiali strategici per l’uomo. Un materiale che ha travalicato il tempo, rimanendo testimone vivo e vitale del percorso storico, artistico ed economico della nostra società”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche