×

25 novembre 1034: Comincia la “vera” tragedia di Macbeth

default featured image 3 1200x900 768x576

Macbeth of ScotlandDopo 29 anni di regno, Máel Coluim Mac Cináeda, nome celtico di re Malcom II di Scozia detto il Distruttore, morì nel suo castello di Glamis, in seguito alle ferite subite in un’imboscata di alcuni banditi.

Fu uno dei più grandi re celtici di Scozia, la cui maggior impresa fu sottrarre al Regno d’Inghilterra la regione della Bernicia. Morto senza figli maschi, come suo successore fu scelto il figlio della sua secondogenita, Donnchad (Duncan), invece del figlio della primogenita, Macbeth, come tradizione imponeva. E la cosa naturalmente non andò giù a quest’ultimo. Per i sei anni successivi accettò la carica di comandante dell’esercito per il cugino, poi, nel 1040, si ribellò apertamente, uccidendo il re in battaglia.

Governò, con il favore del popolo, fino al 1057 quando fu a sua volta ucciso dal figlio di Duncan che si era alleato col re d’Inghilterra, Edoardo il Confessore. Con la morte di Macbeth iniziò il declino delle dinastie celtiche a favore di un maggior controllo inglese. La vicenda ispirò una delle più famose tragedie del Bardo per antonomasia, William Shakespeare, che fece di Macbeth un simbolo della brama di potere e dei pericoli che comporta.

Contents.media
Ultima ora