×

25 novembre: giornata mondiale contro la violenza sulle donne

default featured image 3 1200x900 768x576

colosseo

In Italia ogni tre giorni una donna muore per le violenze subite da un uomo: in 3 anni, infatti, sono morte più di 360 donne. E’ un fenomeno in crescita, purtroppo.
Oggi eravamo tutti invitati a portare un fiocco bianco, a lavoro e nelle strade.

Anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha scelto di dare manforte all’iniziativa, decidendo di tenere acceso il colosseo dalle 17 in poi. Sicuramente una nobile iniziativa, a sostegno della causa, ma si poteva fare di più.

Ricordo un corteo da piazza Esedra, rumoroso e colorato, qualche anno fa. Sarebbe il caso di chiedere al sindaco perché non l’abbia autorizzato quest’anno.

Eppure le parole del sindaco sono piuttosto esplicite: “Qualsiasi forma di violenza avvenuta in mezzo alla strada, all’interno delle pareti domestiche come nei posti piu’ degradati, deve essere combattuta con una ferma mobilitazione politica e culturale”.
Anche Assunta Spadoni, vicesindaco di Viano, in provincia di Reggio Emilia, sente di voler sostenere l’iniziativa: “Il fiocco bianco dà modo anche agli uomini di testimoniare il loro impegno personale verso questa giornata”.

Ricordiamo che è stata scelta la data del 25 novembre per ricordare un gravissimo fatto di cronaca avvenuto 20 anni fa: Marc Lepine, uno psicopatico canadese, ha massacrato quattordici studentesse del “Ecole Polhytechinique” di Montreal, proprio il 25 novembre del 1991.

Contents.media
Ultima ora