27.01.2012 Giorno della Memoria - Notizie.it
27.01.2012 Giorno della Memoria
Milano

27.01.2012 Giorno della Memoria

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati

Milano fa la sua parte con diverse iniziative, non solo il 27 stesso, ma anche nei giorni precedenti e successivi. Tanti gli eventi: dalla musica alle manifestazioni, dalle letture di testimonianze ai reading pubblici, passando per degli incontri.

’30-1-1944, Milano-Auschwitz’: la prima targa commemorativa dei convogli partiti dal binario 21 della Stazione Centrale di Milano in direzione dei campi di concentramento e’ stata posata ieri su una delle banchine del Memoriale della Shoah , di fronte a dove sorgera’ il Muro dei Nomi.

Quella di oggi e’ la prima di 20 targhe che ricorderanno tutti i convogli di deportati partiti dalla Stazione di cui si hanno notizie. La posa ha dato quindi il via a un reading di brani letterari sulla deportazione e sul genocidio a cui ha partecipato anche Liliana Segre che, su quel treno del 30 gennaio 1944, fu deportata.

Con la posa della prima targa commemorativa nel Memoriale della Shoah, in Stazione Centrale, si aprono stamattina le celebrazioni per la Giornata della Memoria. E lo stesso luogo ospiterà, lunedì alle 18, l’ incontro organizzato da Comunità di Sant’ Egidio e Comunità ebraica con Liliana Segre, sopravvissuta alla deportazione che al Binario 21 era iniziata, il 30 gennaio 1944. Il Memoriale, che sta prendendo corpo (completate anche le grandi vetrate che s’ affacciano su via Ferrante Aporti), oggi ospiterà una conferenza, alla presenza delle istituzioni, sindaco, presidente della Provincia e della Regione, e quindi una maratona di letture con la partecipazione di oltre 53 voci recitanti, artisti, gente comune, studenti.

L’A.N.P.I.

di Milano, da parte sua, organizza venerdì 27 e martedì 31 gennaio alcuni momenti pubblici presso la Loggia dei Mercanti (via Mercanti). Si tratta di due manifestazioni con letture di testimonianze della deportazione nei Lager nazisti, alla presenza di Gianfranco Maris, presidente Fondazione Memoria della Deportazione e Aned, e diGiuliano Pisapia, sindaco di Milano, in programma venerdì 27. Giovanna Massariello, figlia di Maria Arata ex-deportata a Ravensbrück e Anita Sonego, presidente Commissione Pari Opportunità del Comune di Milano parleranno invece martedì 31.

A corollario, è prevista la presenza degli allievi della Scuola del Piccolo Teatro, di testimoni della deportazione, insieme a figli e rappresentanti delle associazioni del Comitato permanente antifascista. L’accompagnamento musicale è a cura di Marco Bernardin, docente al Conservatorio di Milano.

Sempre venerdì 27, alle 21, la Casa della Cultura (via Borgogna 3) ospita Il significato della testimonianza oggi, promosso dal Centro Milanese di Psicoanalisi.
Un incontro che, attraverso le testimonianze, l’ascolto, la lettura e l’interpretazione della gestualità, degli sguardi, dei silenzi e della pause, vuol andare oltre la rappresentazione del passato e scendere in profondità.

Saranno presenti la dottoressa Micaela Procaccia, Soprintendente dell’Archivio di Stato del Piemonte e della Valle d’Aosta e Responsabile dell’Archivio Italiano di USC Shoah Foundation Institute, e la dottoressa Simonetta Diena. Ingresso libero, fino a esaurimento posti.

La Comunità di Sant’Egidio da parte sua, insieme alla Comunità Ebraica di Milano, promuove un incontro pubblico, lunedì 30 gennaio alle 18, nuovamente presso il binario 21 della Stazione Centrale (ingresso da via Ferrante Aporti 3), Memoria della deportazione dalla Stazione di Milano.
Questa iniziativa, inaugurata nel 1997, vuole ritornare anche quest’anno nei luoghi da dove partirono i convogli degli ebrei milanesi, dando inoltre la possibilità di visitare gli spazi destinati alla costruzione del Memoriale della Shoah di Milano. Anche quest’anno inoltre ci sarà la testimonianza di Liliana Segre, deportata proprio dalla Stazione Centrale e sopravvissuta al lager di Auschwitz. Info: 02 86451309.

WOW Spazio Fumetto (viale Campania 12), insieme allaFondazione Franco Fossati, omaggia il Giorno della Memoria con due mostre in corso fino al 5 febbraio dedicate all’Olocausto.
La prima si intitola MAUS – racconto di un sopravvissuto ed è una graphic novel di Art Spiegelman, vincitrice del Pulitzer, in cui la tragedia della deportazione viene raccontata come un gioco narrativo, dove il popolo ebreo è trasformato in topini perseguitati da gatti feroci.

La seconda è GIORGIO PERLASCA – Un uomo comune, storia a fumetti – scritta da Marco Sonseri e disegnata da Ennio Bufi – dedicata all’epopea dell’italiano che durante la guerra salvò la vita a migliaia di ebrei destinati alla deportazione. Ingresso libero; info: museowow.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche