Codacons: in arrivo una stangata da 30 milioni per le famiglie, con il caro-benzina - Notizie.it
Codacons: in arrivo una stangata da 30 milioni per le famiglie, con il caro-benzina
Attualità

Codacons: in arrivo una stangata da 30 milioni per le famiglie, con il caro-benzina

Le associazioni dei consumatori stanno già lanciando da tempo l’allarme per il rincaro dei prezzi della benzina alla pompa, dall’8 dicembre. Una autentica stangata da circa 30 milioni di euro che non ammette repliche e che preoccupa molto le famiglie italiane, già alle prese con le tasse e i balzelli di fine anno.

Carlo Rienzi, presidente del Codacons, ha espresso dure parole contro la scelta del governo di aumentare le accise sui carburanti in un momento in cui il prezzo del petrolio ha raggiunto i minimi storici da diversi anni a questa parte: ‘Mentre il petrolio crolla a 40 dollari al barile, sugli automobilisti italiani si abbatterà una nuova stangata determinata dal mancato adeguamento dei prezzi dei carburanti alla pompa“, ha ribadito Rienzi. ‘I listini di benzina e gasolio – afferma il Presidente Carlo Rienzi – appaiano oggi gravati da un sovrapprezzo pari a 6 centesimi di euro, determinato dai mancati ribassi dei prezzi rispetto alle quotazioni in picchiata del petrolio.

Una vera e propria ‘stangata’ che inciderà sul ponte dell’Immacolata per la maxi-cifra di 30 milioni di euro solo di costi diretti‘.

Il Codacons, proprio per questa ragione, ha chiesto al governo che venga approvato un provvedimento che leghi in modo indissolubile il prezzo del carburante al costo real del petrolio: ‘il governo adotti misure in grado di vincolare in modo più diretto i listini di benzina e gasolio alle quotazioni internazionali del petrolio‘.

Già alcuni giorni fa era stato Trefiletti, il presidente di Federconsumatori a rincarare la dose contro l’operato del governo, che ha imposto aumenti per 120 euro l’anno per ogni automobilista in una stagione in cui il prezzo del petrolio è sceso vertiginosamente. ‘Con 6 cent in più al litro – calcola Trefiletti – la ricaduta negativa per un automobilista medio (consumo 100 litri al mese) è di circa 72 euro di costi diretti e di 45 euro di costi indiretti tra bollette e trasporti.

Chiediamo una riduzione del prezzo della benzina oppure che intervenga il governo‘.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche