5 giugno 1989: Il Rivoltoso Sconosciuto di Piazza Tienanmen - Notizie.it
5 giugno 1989: Il Rivoltoso Sconosciuto di Piazza Tienanmen
Storia

5 giugno 1989: Il Rivoltoso Sconosciuto di Piazza Tienanmen

Dopo la morte del riformista Hu Yaobang del 15 aprile una pacata protesta cominciò a montare soprattutto nel mondo studentesco. Via via che la reazione dei vertici del Partito Comunista Cinese si faceva più rigida la partecipazione popolare ai moti di protesta aumentava; il 4 maggio più di 100.000 persone sfilarono per le strade di Pechino. Col passare dei giorni le manifestazioni diventavano sempre più eclatanti, molti cominciarono pubblici scioperi della fame e fu innalzata un statua di cartapesta e polistirolo alta 10 metri intitolata “La dea della democrazia” in Piazza Tienanmen, dando inizio all’occupazione della stessa. Il governo decise allora di far partire la repressione militare, venne varata la legge marziale e molti reparti dell’esercito vennero fatti confluire nella capitale. La sera del 3 giugno i soldati cominciarono a convergere verso la piazza, aprendo il fuoco ad ogni minimo accenno di resistenza. Alla fine furono migliaia le vittime. Simbolo di questi scontri divenne il ragazzo che armato solo di una busta della spesa si mise davanti ad una colonna di carri armati ostacolandone il passaggio; la sua foto, passata alla storia come il Rivoltoso Sconosciuto e scattata da Jeff Widener, divenne l’emblema della situazione cinese in tutto il mondo.

Sull’identità del ragazzo e soprattutto sulla sua sorte non si è mai riuscito a sapere molto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche