I “tells” nel poker online – Parte II | Notizie.it
I “tells” nel poker online – Parte II
Sport

I “tells” nel poker online – Parte II

Continuiamo ora con la descrizione dei principali tells nel poker online.

Check ritardato

Se un giocatore indugia prima di prendere una decisione, usando grossa parte del suo timebank, e poi finisce per fare check, i casi sono due: o ha una mano veramente brutta, o, molto più probabilmente, vuole far credere di averla e di trovarsi di fronte ad una decisione difficile. In questo caso, sta cercando di ottenere informazioni dagli avversari e di farsi mostrare qualche carta gratis. Quando invece un avversario prende molto tempo e alla fine decide di puntare, di solito questo può essere il segno di una mano forte: ancora una volta l’avversario vuole dare l’impressione di essersi trovato di fronte a una decisione difficile, ma questa volta cerca un call o un rilancio per rendere più sostanzioso il piatto. Non lasciatevi ingannare!

Chat

Può essere utile anche osservare se un giocatore passa molto tempo nella chat o meno.

Infatti, se un avversario molto attivo nella chat improvvisamente si zittisce, può essere un sintomo del fatto che ha beccato una mano molto forte che ha catalizzato tutta la sua attenzione. Al contrario, se un giocatore che ha già puntato comincia a chattare con un suo avversario proprio quando questi è di mano, ciò può indicare due cose: o questo giocatore ha un punto molto forte, oppure cerca di bluffare, mostrandosi forte e sicuro per nascondere una mano debole. Prestare attenzione alla chat, dunque, può rivelarsi un arma in più per riuscire a capire che giocatori abbiamo di fronte.

Multi-table

Spesso capiterà di scontrarsi con giocatori accaniti che siedono su moltissimi tavoli contemporaneamente, a volte anche una ventina alla volta. Per forza di cose non potranno concentrarsi su più di uno-due tavoli alla volta, e affideranno la maggior parte delle loro decisioni a programmi elettronici come Pokertracker, che ci metteranno un certo tempo prima di reagire. Sarà facile sfruttare questa situazione a proprio vantaggio: basterà infatti giocare in modo più aggressivo del solito per sballare le statistiche di questi giocatori. Prima che si accorgano del nostro cambio di gioco dalle statistiche dei loro programmi, avremo già giocato più o meno un centinaio di mani. Quando, invece, vediamo che le loro reazioni diventano più veloci, vuol dire che hanno ripreso in mano il gioco e stanno focalizzando l’attenzione sul nostro tavolo: molto probabilmente avranno in mano un punto forte, per cui non buttiamoci con leggerezza in questi casi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche