×

A Firenze mamma dimentica la figlia di due anni al supermercato: rischia la denuncia

A Firenze mamma dimentica la figlia di due anni al supermercato: rischiava la denuncia ma i militari hanno appurato che si è trattato di un malinteso

madre "perde" la figlia al supermercato

A Firenze una mamma dimentica la figlia di due anni e mezzo al supermercato: ora la donna rischia la denuncia a meno che non riesca con certezza a dimostrare che quella dimenticanza è stata figlia di un semplice malinteso. La donna in questione avrebbe dimenticato la sua bimba di 30 mesi all’interno di un supermercato di Firenze.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri tutto sarebbe accaduto mentre la piccola dormiva. Quel sonno di sarebbe protratto fin quando la bambina non è rimasta praticamente all’interno del passeggino lasciato incustodito tra le corsie. 

Dimentica la figlia di due anni al supermercato: rischiava una denuncia

Ed è esattamente questo il motivo per cui la madre aveva rischiato, almeno nelle prime fasi di verifica dell’accaduto, una denuncia penale per abbandono di minore. La donna ha comunque offerto una sua spiegazione che pare legare male con l’ipotesi dell’esercizio dell’azione penale nei suoi confronti; in pratica quella dimenticanza, per quanto grave, sarebbe solo figlia di un malinteso e non di una diminuita capacità di controllo genitoriale. 

Mamma dimentica la figlia di due anni al supermercato: denuncia evitata, era un equivoco

La donna ha detto agli operanti di essersi recata al supermercato con la sorella e con sua figlia. Cosa sarebbe accaduto dunque? Sempre secondo la versione messa a verbale dalla madre una volta all’interno del negozio, le due donne si sarebbero separate con la concitazione tipica di chi deve mettere in conto una spesa articolata: in buona sostanza le due sorelle si sarebbero allontanate ciascuna convinta di aver affidato la bimba all’altra.

La bambina invece era stata lasciata sola nel bel mezzo del market, e il personale aveva notato il passeggino, occupato ed incustodito. Purtroppo non mancano gli episodi, offerti dalle cronache, in cui i genitori sono protagonisti di  dimenticanze clamorose e fatali.

Firenze, mamma dimentica la figlia al supermercato: l’ipotesi denuncia e l’arrivo dei Carabinieri

Ragion per cui erano stati chiamati i carabinieri e i soccorritori del 118, dato che la bambina aveva bisogno di accertamenti. Da quell’esame la piccola è risultata essere in perfetta salute, era solo un po’ spaventata dato che svegliandosi si era trovata sola e disorientata. I militari l’hanno quindi riaffidata ai genitori una volta appurato che c’era stato solo un equivoco sulla custodia. La madre della piccola infatti aveva concluso la spesa e, sempre convinta che la figlia fosse con la sorella, aveva tranquillamente raggiunto la sua abitazione. Lì era arrivata sua sorella, che ovviamente non aveva con sé la bambina ed era scattato il panico. A quel punto tutto si è risolto dopo una manciata di minuti di terrore puro nel tornare al supermarket, dove i miliari, per decisione dell’autorità giudiziaria e dopo la verifica dell’integrità psico fisica della piccola, l’hanno riconsegnata alla madre senza denunciarla, come accaduto in altre circostanze simili in cui la negligenza era stata palese.

Contents.media
Ultima ora