×

A Gerusalemme ucciso dalla polizia israeliana un 19enne palestinese

Sangue nella Città Vecchia di Gerusalemme, dove secondo la polizia israeliana è stato ucciso delle forze di sicurezza un 19enne aggressore palestinese

Il 19enne ucciso, Kareem Jamal Qawasmi

Ancora sangue a Gerusalemme, dove un 19enne palestinese è stato ucciso dalla polizia israeliana dopo che aveva attaccato un gruppo di operatori che pattugliavano la Città Vecchia. Secondo quanto riferito dal governo e dai media di Tel Aviv il giovane Kareem Jamal Qawasmi ha ferito un agente con un coltello prima di essere a sua volta centrato dai colpi dei Galil israeliani. 

Gerusalemme, ucciso 19enne palestinese: chi era

Ad operare, secondo un report della polizia urbana, un team di forze di sicurezza che secondo fonti arabe pare stesse fiancheggiando una operazione “mistaravim” nella parte orientale della Città Vecchia di Gerusalemme. L’aggressore, risultato poi essere residente a Gerusalemme est, avrebbe aggredito un gruppo di operatori con un coltello, ferendone uno e venendo poi abbattuto dai colpi di arma da fuoco. 

Aggressione alla Spianata della Moschee e due poliziotti feriti

Fonti israeliane ufficiali parlano di due poliziotti feriti e non di uno. L’attentato, indicato come di matrice terroristica ma frutto di una iniziativa individuale non maturata in un contesto organizzativo terzo, è avvenuto a poche decine di metri dalla controversa Spianata delle Moschee. I due agenti feriti, uno dei quali pare anche da non meglio definiti colpi accidentali di arma da fuoco, sono stati ricoverati in ospedale. 

Contents.media
Ultima ora