×

A Roma inaugurata una via intitolata a Beniamino Andreatta

Roma, 25 mag. (askanews) – Una via intitolata a Beniamino Andreatta è stata inaugurata a Roma davanti a Palazzo Orizzonte Europa, Direzione Generale di Bnl Bnp Paribas, che ha promosso l’iniziativa in collaborazione con il Comune di Roma. E’ il tratto di strada che unisce Largo Giovanni Spadolini a via Tiburtina; si va ad aggiungere a via Altiero Spinelli, antistante la direzione generale della banca.

Un omaggio a uno dei grandi promotori dell’Europa del dialogo tra le nazioni.

Alla cerimonia di svelamento della targa hanno partecipato i figli del professor Andreatta, Eleonora e Filippo, sono intervenuti il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, il segretario del Pd Enrico Letta, Romano Prodi, che condivise con Beniamino Andreatta importanti incarichi istituzionali; il professor Angelo Tantazzi, presidente di Promoteia, Associazioni di studi economici che fondò a metà degli anni ’70 proprio con il professor Andreatta, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri e il presidente del Quarto Municipio, Massimiliano Berti.

Per la Bnl Bnp Paribas, erano presenti il presidente Andrea Munari, l’amministratore delegato e responsabile di Bnp Paribas in Italia, Elena Agostini e il presidente della Fondazione Bnl, Luigi Abete.

Beniamino Andreatta, nato a Trento nel 1928 è stato un economista, un accademico e un politico. Fu tra i fondatori a Bologna della facoltà di scienze politiche e del Dipartimento di scienze economiche, di cui divenne direttore. Sempre in ambito accademico fondò, diventandone primo rettore, l’Università della Calabria a Rende (Cosenza), allo scopo di stimolare la crescita del Mezzogiorno. A Bologna creò Prometeia, associazione di studi economici, e successivamente a Roma l’Agenzia di ricerche e legislazione che raccoglie intellettuali, politici e imprenditori dediti al dibattito sui temi dell’economia. Fu esponente di primo priano della Democrazia Cristiana, vicepresidente del Partito popolare europeo e tra gli ideatori dell’Ulivo. Deputato e senatore in diverse legislature, fu più volte ministro, guidando tra gli altri la Difesa, gli Affari Esteri e il Tesoro. Morì a Bologna nel 2007.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora