×

A Vienna il progetto visionario “Donne costruiscono la città”

Vienna, 19 giu. (askanews) – “Frauen bauen Stadt” o “Donne costruiscono la città”: un progetto visionario a Vienna vuole restituire alle donne “l’altra metà del cielo”, perché spesso le loro voci sono state silenziate quando si è trattato di disegnare gli spazi pubblici o gli edifici nei quali vivono. Per questo un quartiere della capitale austriaca sarà progettato interamente da e per le donne.

Dai marciapiedi più larghi adatti ai passeggini a un’illuminazione urbana per una città più sicura, sono piccoli passi che mostrano come la città voglia rendere gli spazi urbani più inclusivi e come architetti e designer donna stiano guidando il cambiamento.

Una mostra che presenta il progetto in corso ed è dedicata solo a donne architetto, in programma fino al 15 ottobre, è stata allestita nella piazza Wangari Maathai – dal nome dell’ambientalista keniana, prima donna in Africa a ricevere il premio Nobel per la pace – nel quartiere Seestadt, a nord-est di Vienna.

Co-curatore della mostra, Wojciech Czaja:

“A Vienna, nell’attuale centro storico di Vienna, è il caso di tutte le strade che portano il nome di personaggi, ad esempio di persone che un tempo vivevano lì, il 92% sono uomini e l’8% sono donne, uno squilibrio che non riflette realmente il passato e il presente biologico”.

Tra le insegne ci sono quindi quella per il viale Janis Joplin o per la Piazza Hannah Arendt e tante altre dedicate a donne importanti. Parte dell’esibizione è inoltre dedicata all’architetta iraniana Leila Araghian e al suo ponte Tabiat inaguurato nel 2014.

“A Seestadt si sono posti come obiettivo di correggere questo e pertanto hanno intitolato quasi tutto, i luoghi e le piazze, alle donne dal mondo dell’arte, della politica, dell’economia e dell’architettura, donne che hanno raggiunto qualcosa storicamente e credo che questo sia un concetto molto bello per un’area urbana in espansione”, ha aggiunto il curatore, in un’intervista a France Presse.

Secondo le previsioni il nuovo quartiere Seestadt passerà dagli attuali 8.300 abitanti ad almeno 20.000 entro il 2030.

Secondo l’architetta Carla Lo, che a contribuito a disegnare la nuova Seestadt, i piani urbani sono rinati da quando Kathrin Gaal è stata eletta nel 2018 prima donna a guidare il potente dipartimento degli alloggi, che ogni anno amministra un bilancio da oltre un miliardo di euro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora