×

Abitudini Quotidiane di Hitler

La giornata del fuhrer

default featured image 3 1200x900 768x576
3 204x300

Presso gli Archivi nazionali britannici sono riportati documenti che contengono le dichiarazioni di un testimone oculare circa le abitudini quotidiane di Adolf Hitler, capo del Nazismo.

Schutze Obernigg era un giovane appartenente alle SS di nazionalità austriaca, assegnato alla residenza del fuhrer sulle Alpi Bavaresi fra il 1943 e il 1944, finché decise di disertare e si consegnò spontaneamente agli alleati.

Stando alle dichiarazioni dell’uomo, Hitler non era propriamente mattiniero visto che non si alzava mai prima delle dieci, ma era una buona forchetta ed era solito iniziare la giornata, ovviamente sempre oberata di impegni, con una sostanziosa colazione, che di solito consisteva in pane, marmellata e caffèlatte.

In genere riceveva gli ospiti, dal proprio medico personale alle autorità politiche agli artisti, nel pomeriggio, e poi lavorava alacremente fino alle dieci di sera circa.

Cenava molto tardi, intorno all’una di notte, e andava a dormire verso le quattro del mattino.

Le segretarie del furher?

In genere nubili, di bella presenza, intorno ai 24 anni di età.

Contents.media
Ultima ora