×

Abrignani: “Terza dose tra fine 2021 e inizio 2022 con priorità a sanitari, anziani e fragili”

Secondo Sergio Abrignani è necessario effettuare la terza dose a sanitari e fragili tra la fine dell'anno e l'inizio del 2022. 

Abrignani sulla terza dose 

L’immunologo e membro del Comitato tecnico scientifico Sergio Abrignani ha manifestato la necessità di effettuare una terza dose di vaccino, tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022, ai soggetti che per primi si sono vaccinati a gennaio.

Abrignani sulla terza dose

Intervistato dal Corriere della Sera, l’esperto ha spiegato che il terzo richiamo è una pratica comune nell’ambito delle vaccinazioni: è per esempio prevista per tanti altri antidoti che si ricevono in età pediatrica come quelli per difterite, tetano, pertosse, epatite b, poliomielite, hemophilus emeningococco B. Il calendario stabilisce due dosi distanziate di un mese e una terza a sei-otto mesi.

Per quanto riguard il vaccino anti Covid, si pensa di dare la terza a 8-12 mesi circa.

Una necessità determinata anche osservando ciò che sta accadendo in Israele, dove è emerso che i vaccinati con terza dose risultano meno contagiati dalla variante Delta.

Abrignani sulla terza dose: chi avrà priorità

Secondo Abrignani la priorità per il richiamo dovrà essere data agli operatori sanitari, i primi ad aver ricevuto le prime due dosi a inizio anno, insieme ai pazienti fragili con deficit del sistema immunitario o in chemioterapia.

Poi si dovrebe passare agli over 60, che in Italia sono 18 milioni. Così facendo i guariti dal Covid, ha aggiunto, è plausibile che debbano fare due dosi anziché una sola.

Contents.media
Ultima ora