Acquisto prima casa: un Fondo per le giovani coppie - Notizie.it
Acquisto prima casa: un Fondo per le giovani coppie
Economia

Acquisto prima casa: un Fondo per le giovani coppie

E’ stato firmato un accordo tra il Ministero della Gioventù e l’Abi (Associazione bancaria italiana) per garantire l’accesso al mutuo agevolato per un importo fino a 200 mila euro a favore di tutte le giovani coppie che intendono acquistare la prima casa. In questi giorni il Ministero della Gioventù ha lanciato il progetto denominato “Diritto al Futuro” rivolto proprio ai giovani italiani: si garantiscono prestiti per i ragazzi più meritevoli e si assicurano assunzioni a tempo indeterminato per i giovani che hanno dei figli. Tali iniziative a favore dei giovani italiani saranno possibili grazie alla messa a disposizione di un Fondo di garanzia, che ammonta a 50 milioni di euro. Ecco i requisiti che bisogna possedere per accedere al mutuo: 1) i beneficiari non devono avere più di 35 anni; 2) deve trattarsi di coppie sposate o nuclei anche monogenitoriali con figli minori. La priorità verrà assegnata a quei nuclei familiari in cui i componenti non hanno un rapporto di lavoro a tempo indeterminato; 3) Il reddito dichiarato tramite Isee (indicatore della situazione economica equivalente) non deve essere superiore a 35 mila euro complessivamente, e non deve risultare alcuna proprietà immobiliare; 4) Più del 50% del reddito complessivo imponibili ai fini dell’Irpef deve provenire da un rapporto di lavoro “atipico”.

L’immobile che si desidera acquistare deve essere adibito a “casa principale”, e non deve essere ricompreso nelle categorie catastali di “ville”, “palazzi, castelli” e “abitazioni signorili”. Inoltre l’abitazione non deve superare i 90 metri quadrati. Stando alle previsioni, accederanno alle agevolazioni circa 10 mila coppie. Potranno pensare ad una casa anche i tantissimi lavoratori atipici che fono ad ora non avevano accesso al prestito ipotecario.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche