×

ActionAid e la Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Il 16 ottobre 2011 sarà celebrata la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che quest’anno avrà come tema centrale i prezzi degli alimenti e delle loro fluttuazioni, per cercare di attenuare gli effetti sulle popolazioni più emarginate e di elaborare una serie di piani e strategie per limitare le frequenti oscillazioni.

In questo senso ActionAid, l’organizzazione non profit che dal 1989 si occupa di combattere contro le cause della povertà, afferma che l’accesso all’alimentazione costituisce un diritto di tutti gli esseri umani e, a tal proposito, sta lanciando un appello in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione prevista per il prossimo 16 ottobre, per fare in modo che ciascun cittadino possa manifestare la propria volontà di affermare il diritto al cibo e per lottare contro la fame nel mondo.

L’interesse di ActionAid nell’individuazione di soluzioni contro la povertà è sempre stato ai massimi livelli, ma dal 2010 ha deciso di intervenire in modo più mirato avviando la campagna “Operazione Fame”, realizzata appositamente per individuare quali sono le principali cause che non consentono a numerose persone di vivere in maniera adeguata e di avere accesso al cibo, affermando che l’alimentazione deve essere un diritto di tutti e che nel mondo si ha un numero sufficiente di risorse da riuscire a sfamare tutta la popolazione mondiale, ma che al tempo stesso è l’azione dei Governi e di altre grandi imprese a determinare una cattiva distribuzione del cibo, impedendo alla maggior parte delle persone di avere la possibilità di accedervi.

In questo senso, l’appello è rivolto ai Governi, alle associazioni non profit e a tutte le organizzazioni internazionali, per poter affrontare e sconfiggere insieme il problema della fame nel mondo presente sia nel Sud che nel Nord del mondo, ma anche per cercare di capire quali sono gli obiettivi concreti da raggiungere nel medio-lungo periodo.

ActionAid ritiene che la fame sia la conseguenza di una serie di azioni di egoismo e indifferenza da parte dei Governi e delle multinazionali, che porta a creare un problema di insicurezza alimentare e di scarso accesso al cibo, un problema davvero molto grave che si diffonde in tutto il mondo e che tende ad essere molto difficile da sradicare.

Per questo motivo, ActionAid ha deciso di intervenire su tre fronti: protezione sociale, agricoltura sostenibile e coerenza nella scelta e nell’utilizzo di biocarburanti.

Si tratta di un’azione da applicare ad ogni paese caratterizzato da condizioni critiche relative all’accesso all’alimentazione, con l’obiettivo di migliorare la realtà attuale e di diffondere in modo omogeneo una serie di pratiche di gestione più sostenibili, per permettere così a tutta la popolazione mondiale di poter esercitare il proprio diritto al cibo.

Caricamento...

Leggi anche