×

Ad Irpin i russi sparano colpi di mortaio sui civili: morti e feriti

Le persone si mettono in fila per abbandonare la zona nel mirino dell'avanzata e ad Irpin i russi sparano colpi di mortaio sui civili: morti e feriti

Panico dopo il fuoco dei mortai sulla carreggiabile del ponte di Irpin

Orrore ad Irpin, cittadina di 40mila abitanti nell’oblast amministrativo di Kiev, dove i russi sparano colpi di mortaio sui civili e in pochi minuti fanno decine di morti e feriti. Secondo quanto riferito dal lancio di un corrispondente di Radio Liberty in Ucraina un checkpoint di evacuazione è stato preso preso di mira all’improvviso dai colpi a caduta parabolica dei mortai della Federazione e famiglie intere sono saltate in aria.

In quel momento e per ovvi motivi, dato che si trattava di uno spot di evacuazione civili, numerosi cittadini non in armi erano in fila per abbandonare la zona prima di attacchi ormai considerati imminenti. 

Ad Irpin colpi di mortaio addossi ai civili 

E l’attacco è arrivato, con i mortaisti russi che hanno operato su coordinate e su quadranti in cui erano rilevabili soprattutto civili e giornalisti. Le immagini diffuse dalle troupe televisive sono tremende, con persone saltate in aria nei crateri di fiamme generati dall’impatto dei proietti da 120 mm e 240 Tulypan dei russi.

Il giornalista Andriy Dubchak ha scritto sul suo profilo Facebook “Una famiglia è morta davanti ai miei occhi”. 

Tre morti accertati, due erano bambini

Secondo un primo bilancio purtroppo in aggiornamento certo almeno tre persone sono rimaste uccise e tra queste vi sarebbero due bambini. Negli ultimi giorni Irpin è stata oggetto di bombardamenti massicci assieme ad altre città dell’Ucraina come Gostomel, Borodyanka, Vasylkiv e Vorzel. Le persone stanno cercando di lasciare Irpin sia a piedi che in auto, ma tanti dei civili che hanno scelto di viaggiare in macchina sono caduti sotto il fuoco nemico.

Contents.media
Ultima ora