×

Addio a Sassoli, bandiere a mezz’asta a Strasburgo e a Bruxelles

Milano, 11 gen. (askanews) – Grande tristezza e bandiere a mezz’asta a Bruxelles e Strasburgo per la morte di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo.

Sassoli era nato a Firenze il 30 maggio 1956. Aveva iniziato a lavorare come giornalista presso piccole testate giornalistiche e agenzie di stampa, prima di trasferirsi alla redazione de Il Giorno a Roma, dove ha lavorato per sette anni. Nel 1992 ha iniziato a lavorare come giornalista televisivo e corrispondente per il TG3.

Successivamente ha lavorato ai telegiornali di Rai Uno e Rai Due, prima di entrare nella redazione del TG1 nel 1999 come inviato speciale. Nei successivi 10 anni è stato responsabile della gestione dei notiziari in prima serata e della copertura dei principali eventi nazionali e internazionali. Nel 2007 divenne vicedirettore del TG1 e responsabile degli approfondimenti TV7 e TG1 Special. Quando nel 2007 si formò il Partito Democratico (Pd), lo scelse come luogo per il suo impegno politico.

Il 7 giugno 2009 è stato eletto deputato per il centro Italia al Parlamento europeo. Nella legislatura 2009-2014 è stato capo delegazione del Partito Democratico al Parlamento Europeo. Nel 2014 è stato rieletto eurodeputato ed è stato eletto vicepresidente del Parlamento europeo, con delega alla politica mediterranea, al bilancio e agli edifici. A maggio 2019 ha iniziato il suo terzo mandato come eurodeputato per il centro Italia e il 3 luglio è stato eletto Presidente del Parlamento europeo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora