×

Addio ad un pezzo di storia di Chieti: demolito in un secondo ex zuccherificio

Un forte boato avvertito intorno alle 5.45 dell'8 maggio ha svegliato Chieti. L'ex zuccherificio è stato demolito.

Chieti crolla ex zuccherificio

Con il crollo dell’ex zuccherificio di Chieti Scalo, l’Abruzzo ha perso un piccolo pezzo della storia industriale del dopoguerra. Alle 5.45 di domenica 8 maggio lo stabilimento situato in via Erasmo Piaggio e di proprietà del Gruppo Toto è stato raso al suolo in circa un secondo.

L’esplosione ha generato un forte boato che è stato avvertito non solo in città, ma anche nelle aree limitrofe. A seguito dell’operazione non è rimasto altro che un enorme scheletro di metallo in mezzo ad un cumulo di polveri.

Chieti, crolla ex zuccherificio: città svegliata da un forte boato

L’intero intervento è stato ripreso dai droni e diffuso dallo stesso Gruppo sul canale YouTube. Le strade così come l’area circostante sono state presidiate dalle Forze dell’ordine. Infine sono state sottoposte a bonifica. Stando a quanto riporta ANSA – lo stabilimento constava di una superficie di 3900 metri quadrati della lunghezza di 104 metri e dell’altezza di 25.

Il volume dell’intero edificio era di 65mila metri cubi complessivi.

Cosa ne sarà dell’area su cui sorgeva l’edificio demolito?

L’area su cui sorgeva l’edificio – ha spiegato la Toto Costruzioni Generali – potrebbe essere riqualificata e vivere così una seconda vita: “La demolizione di oggi apre il campo ad ipotesi progettuali finalizzate alla riqualificazione dell’area, per i quali il Gruppo Toto ha in corso le necessarie analisi di fattibilità”.

Contents.media
Ultima ora