×

Addio Sherlock 5: la colpa è di Doctor Strange

default featured image 3 1200x900 768x576

La 5° stagione della serie tv “Sherlock” è in pericolo. Dopo il successo di “Doctor Strange”, Cumberbatch avrà poco tempo per vestire i panni di Holmes.

Una cosa è sicura: il primo episodio di “Sherlock 4” andrà in onda su Netflix il 2 gennaio 2017.

Ma sono in molti a chiedersi se questa stagione sarà l’ultima o no. Perchè Sherlock sta riscuotendo un successo impressionante tra le fila dei telespettatori italiani. Il co-creatore della serie Steven Moffat aveva dichiarato che la trama della quinta stagione di Sherlock era già nero su bianco. Come nero su bianco è il contratto che dovrebbe legare il protagonista Benedict Cumberbatch al quinto ciclo di episodi. Conferme che, in questi ultimi giorni, sembrano però vacillare.

Il motivo è da imputare al recente successo cinematografico di Cumberbatch dopo il suo ruolo nel film Doctor Strange“. Moffat ha espresso molta soddisfazione per le stagioni finora realizzate e per quella che andrà in onda a brevissimo, tanto che la sua intenzione è proprio quella di proseguire. Tempo per le riprese permettendo, ovviamente. Tempo che sia Cumberbatch che Freeman hanno bisogno di trovare nelle loro agende full booked. La logistica, quindi, sembra essere l’unico problema della produzione.

Oltre a quello relativo alla separazione da Amanda Abbington, compagna di Sherlock sul set e di Benedict Cumberbatch, nella vita reale, da 15 anni.

Per il momento, accontentiamoci delle puntate di “Sherlock 4″che andranno prossimamente in onda su Netflix: The Six Thatchers (2 gennaio), The Lying Detective (9 gennaio) e The Final Problem (16 gennaio).

Tra le novità, il ritorno di Moriarty, perfido nemico di Sherlock, e l’ingresso del nuovo antagonista interpretato da Toby Jones, attore nella serie tv “Wayward Pines”.

La trama di “Sherlock 4” sarà piuttosto cupa e carica di adrenalina. Una trama che, con molta probabilità, ci farà venire voglia di un sequel. “Perchè ci saranno delle cose che vi tormenteranno”, ha dichiarato il suo creatore.

Contents.media
Ultima ora