×

Aerei russi muniti di armi nucleari violano spazio aereo della Svezia: “Atto di forza deliberato”

Alcuni aerei russi equipaggiati con armi nucleari hanno violato lo spazio aereo svedese: la violazione risale allo scorso mercoledì 2 marzo.

aerei russi Svezia

Alcuni aerei russi equipaggiati con armi nucleari hanno violato lo spazio aereo della Svezia: la violazione risale allo scorso mercoledì 2 marzo.

Aerei russi muniti di armi nucleari violano spazio aereo della Svezia

Nella giornata del 2 marzo, due aerei russi hanno violato lo spazio aereo svedese nei pressi di Gotland.

Secondo quanto riferito dalla testata svedese TV4 Nyheter, oltre a violare lo spazio aereo della Svezia, i due arei russi sarebbero stati equipaggiati con armi nucleari. Inoltre, in considerazione delle informazioni reperite dalla testata, la violazione si configurerebbe come un “atto di forza deliberato” al fine di intimidire la Svezia.

In Russia, nella giornata del 2 marzo, una formazione aerea aveva decollato dalla base di Kaliningrad. La formazione era composta in totale da quattro velivoli: due aerei d’attacco Sukhoi 24 che venivano scortati da due aerei da combattimento Sukoi 27.

I due mezzi d’attacco, alla luce di quanto rivelato da TV4 Nyheter, erano dotati di armi nucleari e si stavano dirigendo verso Gotland, in Svezia, nonostante le restrizioni imposte con l’invasione russa dell’Ucraina.

“Atto di forza deliberato”

A proposito di quanto asserito dalla testata, le Forze Armate della Svezia non hanno confermato né smentito che i velivoli russi fossero muniti di armi nucleari.

In merito all’accaduto, tuttavia, il capo dell’aeronautica svedese Carl-Johan Edström ha dichiarato: “Lo valutiamo come un’azione consapevole.

Il che è molto grave soprattutto perché si tratta un Paese in guerra. Abbiamo analizzato l’incidente ed è chiaro che non posso escludere una navigazione errata, ma tutto indica che si sia trattato di un atto deliberato. Hanno violato i confini della Svezia.”

Foto degli aerei russi dotati di armi nucleari in Svezia e strategia militare di Mosca

Nel complesso, la violazione dello spazio aereo svedese è durata circa un minuto. In questo frangente, l’aviazione di Stoccolma ha schierato due JAS 39 Gripen che hanno raggiunto la formazione russa e hanno provveduto a scattare alcune foto dei velivoli.

Sulla vicenda, si sono espressi anche alcuni osservatori esterni che hanno inteso la violazione russa come una strategia ben precisa messa in atto da Mosca.

Secondo l’esperto di strategia militare Stefan Ring, infatti, il presunto incidente può essere descritto come “un segnale nei confronti della Svezia della possibilità di considerarne l’utilizzo”.

Contents.media
Ultima ora