Affetto urbano - Notizie.it
Affetto urbano
Bologna

Affetto urbano

EMozioni urbane: Affetti incontenibili

Dopo il post dedicato alla rabbia, è ancora la volta di occuparci di emozioni urbane e delle loro manifestazioni patologiche.

La notizia è questa: Allo chalet dei giardini Margherita, una donna tenta di baciare più uomini possibile. I giornali locali precisano che si trattava di una ragazza dell’est, una 32enne della Repubblica Ceca, tanto per chiarire che un’italiana queste cose non le fa. Naturalmente non è così.

Anche le italiane possono soffrire di quella che generalmente si chiama incontinenza affettiva. Si tratta di un meccanismo che gli esseri umani normalmente inibiscono, ma può darsi che – nel corso della storia – non sia sempre stato così.

Quando si ride troppo, si piange, si esprime affetto, gli esseri umani hanno imparato a farlo senza esagerare, controllandosi. Si tratta di una scelta: scegliamo le eventuali emozioni e aderiamo a quella che sembra socialmente accettabile.

La scelta avviene in pochi secondi, e più siamo modellati e istruiti ai comportamenti urbani, più avremo controllo dei sentimenti e delle emozioni.

La signora che baciava gli uomini (probabilmente perchè alterata dall’alcol che disinibisce) non ha controllato, è divenuta incontinente d’affetto. Ha mostrato una parte di sè che ognuno di noi tiene nascosta. La donna è stata arrestata.

Naturalmente, è più frequente il caso contrario: appiattimento affettivo che significa una progressiva eliminazione delle espressioni delle emozioni e del coinvolgimento emotivo. Per questo non c’è il carcere. Eppure…

leggi Rabbia Urbana

Luigia Bencivenga

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*