×

Afghanistan, intercettati cinque missili diretti contro l’aeroporto di Kabul

Intercettati cinque missili diretti contro l’aeroporto di Kabul: parte il conto alla rovescia per lasciare la capitale e si intensificano gli attacchi

L'esplosione del razzo Usa a Kabul

Ancora razzi in Afghanistan, cinque missili diretti contro l’aeroporto di Kabul sono stati intercettati dal sistema anti missile installato a guardia degli spot intorno all’area. il sistema antimissile contro missili balistici a medio e corto raggio THAAD in dotazione ai marines ed al battaglione dell’82ma Airborne rimasti a presidio ha fatto il suo dovere ed ha sventato l’attacco, presumibilmente lanciato dall’Isis-K ma che non ha ancora avuto rivendicazioni ufficiali. 

Cinque missili contro l’aeroporto di Kabul, in città inizia la giornata più dura

Una cosa è certa: quell’attacco è il primo delle decine di tentativi di rappresaglia che gli uomini del Califfato metteranno in atto fino a domani, 31 agosto, data ufficiale dello switch-off occidentale dalla capitale afghana. I razzi non hanno fatto vittime neanche in fase di deflagrazione aerea, almeno questo dicono le fonti del Centcom, il comando centrale della Difesa Usa, riprese dalla Fox. Ci sono fonti secondarie che sostengono come quei razzi siano stati lanciati da un’auto, il che apre due scenari: o che si sia trattato di “semplici” ogive Rpg brandeggiabili da una qualsiasi pick up “tecnico” portato in prossimità grazie alla ormai nota “porosità” della cintura afghano-talebana o che i miliziani terroristi abbiano messo le mani su parte dell’arsenale lasciato “chiavi in mano” al disciolto esercito afghano ed abbiano fatto bingo con razzi MRL

La nota Centcom sui cinque missili contro l’aeroporto di Kabul e sul razzo Usa

Dal Centcom arriva intanto la “solita” comunicazione del capitano William Urban, portavoce dell’ufficio del generale McKenzie, in merito all’attacco Usa del 29 agosto contro uno spot Isis-K in area urbana, attacco che avrebbe fatto anche vittime civili: “Siamo a conoscenza di segnalazioni di vittime civili a seguito del nostro attacco contro un veicolo a Kabul. Stiamo valutando gli esiti del raid. Saremmo profondamente rattristati da qualsiasi potenziale perdita di vite innocenti”.

Poi l’ufficiale spiega: “Le potenti esplosioni successive alla distruzione del veicolo indicano una grande quantità di materiale esplosivo all’interno che puo’ aver causato ulteriori vittime”. 

Le conferme dell’intelligence che non arriveranno dopo i cinque missili contro l’aeroporto di Kabul

Quella del “fuoco di risulta”, quello derivato dall’esplosione di materiale detonante all’interno dell’obiettivo, è tesi che “aggiusta” due storture: da un lato emenda l’azione militare diretta e dall’altro conferma che l’obiettivo era obiettivo “buono”, visto che era farcito di esplosivo, ma sul tema si attendono conferme di intelligence che ai media non arriveranno mai, o arriveranno edulcorate.

Le indiscrezioni della Cnn danno come uccisi in quel botto nove membri di una famiglia, fra cui sei bambini. Il razzo lanciato dal drone aveva avuto come obiettivo un veicolo diretto verso l’aeroporto di Kabul con possibili kamikaze a bordo pronti a farsi saltare in aria.

Contents.media
Ultima ora