×

Aggressione omofoba sul tram a Roma: “Povera Italia tra stranieri e finocchi”

"Povera Italia tra stranieri e finocchi", questa è solo una delle tante offese che una persona omosessuale ha ricevuto su un tram di Roma.

Aggressione omofoba tram

“Povera italia, fra stranieri e finocchi che je piace piallo ar c***”, sono solo alcune delle parole fortemente offensive che un uomo ha pronunciato sul tram 3 di Roma nei confronti di un ragazzo omosessuale che in una prima battuta è intervenuto per difendere due donne straniere di origine asiatica.

Poi la discussione è degenerata spostandosi immediatamente in una raffica di offese di stampo omofobo verso l’uomo arrivando quindi a pronunciare innumerevoli volte l’esclamazione “che schifo”. Le offese sono state immortalate in un video su Instagram quindi si è diffuso diventando nel giro di poche ore virale.

Aggressione omofoba tram, oltre due minuti di offese

Oltre due minuti di pesanti offese prima di stampo razzista, poi omofobe arrivando più e più volte a dichiarare come il ragazzo gli facesse schifo per il semplice fatto che fosse omosessuale.

Questo è quanto decine di persone a bordo del tram 3 di Roma hanno assistito. L’uomo che stava offendendo due donne di origine asiatica ha pronunciato insulti e parolacce verso il giovane intervenuto in loro difesa. “Cammina me fai schifo, mamma mia che schifo. Davvero sei finocchio” – e ancora – “Ma che fai l’omo o la donna? Non me sembri né una cosa né un’altra”. Nel frattempo il diverbio che è stato debitamente documentato sui social si è diffuso nel giro di poche ore suscitando una grande indignazione.

Aggressione omofoba tram, “Inizio a notare agitazione intorno a me”

Nel frattempo una persona esterna alla discussione presente in quel momento sul tram 3 ha filmato il tutto pubblicando il video su Instagram: “Roma, salgo sul tram 3 con la musica in cuffia – stavo semplicemente andando dal mio parrucchiere. Ad un certo punto, inizio a notare un po’ di agitazione intorno a me e tolgo la musica. Un uomo sulla quarantina stava insultando pesantemente due donne di origine asiatica ed un ragazzo le stava difendendo”, le parole iniziali del passeggero.

Poi ha fatto una grande riflessione sul DDL Zan parlando di come cose del genere capitino tutti i giorni: “La verità è che situazioni del genere capitano ogni singolo giorno, a tutti. A me oggi, a chi non è più in vita per raccontarlo ieri e a tuo figlio domani”, ha quindi concluso.

Aggressione omofoba tram, Richetti: “Chi sottovaluta è complice”

Sono molte nel frattempo le personalità politiche che si sono espresse a favore del giovane a cominciare dal senatore Matteo Richetti del partito Azione! che su Twitter ha scritto: “A chi dice che le priorità sono altre, rispondo dicendo che oggi si è verificata l’ennesima aggressione omofoba, questa volta su un tram a Roma. Se vi chiedete ancora cosa sia l’omofobia guardate questo video. Chi sottovaluta è complice. Non c’è più spazio per ignoranza e odio”.

Contents.media
Ultima ora