×

Aifa, ipotesi quarta dose vaccino anti-Covid ai fragili: convocata riunione straordinaria della Cts

L’Aifa ha indetto una riunione straordinaria della Cts per valutare l’opportunità di somministrare una quarta dose di vaccino anti-Covid ai fragili.

aifa

L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha indetto una riunione straordinaria per valutare l’opportunità di somministrare una quarta dose di vaccino sintetizzato contro il coronavirus ai soggetti fragili.

Aifa valuta quarta dose vaccino anti-Covid ai fragili: convocata riunione straordinaria

Una riunione straordinaria della commissione tecnico-scientifica dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) è stata convocata d’urgenza.

Nel corso dell’incontro, che si terrà il prossimo venerdì 25 febbraio, la commissione tecnico-scientifica discuterà sull’opportunità di autorizzare l’inoculazione di una quarta dose di vaccino anti-Covid ai soggetti fragili in Italia.

La riunione straordinaria, durante la quale verranno esaminati i dati relativi ai vaccini e al grado di copertura in termini di immunità dei fragili, è stata organizzata su richiesta del Ministero della Salute.

Nei giorni scorsi, infatti, alcune Regioni italiani – tra le quali, ad esempio, il Piemonte – avevano sottoposto la delicata questione all’attenzione del ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha rapidamente interpellato la commissione tecnico-scientifica dell’Aifa.

In merito alla data della riunione, attualmente prevista per il prossimo venerdì 25 febbraio, secondo alcune fonti, questa potrebbe essere anticipata di alcuni giorni e fornire, quindi, un responso in tempi più rapidi.

Ministero della Salute su ipotesi quarta dose ai fragili

In relazione all’eventuale somministrazione della quarta dose ai fragili, inoltre, dopo essere stato interrogato dalla Regione Piemonte, il Ministero della Salute ha dichiarato: “La quarta dose di vaccino anti-Covid, esclusivamente per gli immunocompromessi, è oggetto di valutazione da parte della nostra comunità scientifica.

Solo dopo il pronunciamento di Aifa potrà essere autorizzata”.

Contents.media
Ultima ora