×

Albano Laziale non voleva la salma di Priebke

default featured image 3 1200x900 768x576

die einwohner der stadt albano laziale protestieren gegen die trauerfeier fuer erich priebke

Erich Priebke, il boia delle Fosse Ardeatine, continua a destare scalpore oltre la morte centenaria.

Ieri si è svolto il funerale ad Albano Laziale, dove il sindaco Nicola Marini non aveva autorizzato il rito argomentando che sarebbe andanto contro la medaglia d’argento al valore per la Resistenza assegnata al paese. Ordini superiori della Prefettura invece, dopo il sì della confraternita levrefiana San Pio X. Così si è detto. I cittadini del paese alle porte di Roma non hanno gradito e hanno scatenato tumulti che hanno coinvolto le forze dell’ordine e la stessa salma, insultata e presa a calci tramite il carro funebre.

Il corpo era stato portato dall’ospedale romano Gemelli in maniera anonima e furtiva. Nessuno voleva questo funerale, neppure nella sua cittadina d’origine in Germania, Hennigsdorf, non sarebbe stato meglio spargere le ceneri nel Mare del Nord come per altri criminali nazisti?

Contents.media
Ultima ora