×

Alberi senza foglie

Si cercano sempre nuove soluzioni per far fronte ai cambiamenti climatici che stanno trasformando il pianeta terra. L’ultimo in ordine temporale, sono gli alberi artificiali. Tanto acclamati quanto criticati. Si prende spunto da un articolo, uscito ieri su Repubblica, in cui si annuncia la possibilità di incrementare l’installazione di questi nuovi alberi, che di alberi hanno ben poco, se non fosse per la produzione di CO2, di cui la terra ne ha bisogno ora più che mai. Quindi l’acclamazione di tali alberi artificiali sta proprio in questo. Nella produzione di CO2, attraverso la congiunzione dell’idrossido di sodio, contenuto nelle strutture, e l’anidride carbonica presente nell’area. L’unica cosa che potrebbe non convincere degli alberi in sé, è la loro forma.

A prima vista non sembrano degli alberi, ma piuttosto delle gigantesche scaccia-mosche.
Aspetto esteriore a parte, le polemiche sorgono per ben altri motivi. Innanzitutto i costi di ciascun albero, che si aggira intorno ai 20 mila dollari e circa 48 miliardi per la costruzione di un’intera foresta di alberi artificiali. Dare vita ad un sistema del genere, significherebbe lasciare le cose così come stanno. Sembra una soluzione piuttosto semplice e facile, che non smuoverebbe le coscienze di ognuno, soprattutto per quanto riguarda l’economia, la prevenzione dell’ambiente. La preoccupazione di molti è proprio questa. Che il sistema economico possa rimanere invariato, senza preoccuparsi delle continue disuguaglianze sociali e degli sprechi inutili di energie.
La richiesta da parte degli ambientalisti, è quella di ponderare questa soluzione e di valutare le possibili opzioni alternativi a questo sistema, che ora come ora non sembrerebbe la soluzione ai nostri problemi.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche