×

Alberto Genovese, la difesa: “Attenuanti perché è malato, su Ibiza assoluzione piena”

La difesa di Alberto Genovese ha chiesto il riconoscimento della seminfermità mentale, quindi il minimo della pena, per lo stupro a Terrazza Sentimento.

Alberto Genovese

La difesa di Alberto Genovese ha dichiarato che l’ex imprenditore è malato e per questo ha chiesto il riconoscimento della seminfermità mentale. Questo porterebbe al minimo della pena, dopo l’accusa per lo stupro a Terrazza Sentimento.

Alberto Genovese, la difesa: “Attenuanti perché è malato, su Ibiza assoluzione piena”

La difesa di Alberto Genovese replica prontamente alla condanna a 8 anni di carcere chiesta dai pm Rosaria Stagnaro, Paolo Filippini e dell’aggiunto Letizia Mannella al gip Chiara Valori. Si parla di assoluzione piena per l’accusa dello stupro a Villa Lolita di Ibiza, di seminfermità mentale, di minimo della pena per lo stupro a Terrazza Sentimento. Questo nonostante la Procura abbia aggiunto alle testimonianze le immagini delle telecamere interne che dimostrerebbero in modo inequivocabile la ferocia delle violenze.

I difensori dell’imprenditore vanno avanti, cercando di difendere al meglio Genovese, finito in carcere a novembre 2020 per aver drogato e violentato una 18enne ospite ad una delle sue feste. Il 45enne, nel processo abbreviato, ha spiegato che dal 2016 viveva solo per le droghe. Intorno a lui si era formata una cerchia di persone che sfruttavano le sue possibilità economiche e la droga gratis.

Depositate le consulenze mediche e psichiatriche

Luigi Isolabella e Luigi Ferrari, legali di Alberto Genovese, hanno depositato le consulenze mediche e psichiatriche secondo cui l’uso di droga avrebbe portato pesanti danni al cervello dell’uomo che, aggiunti alla sindrome di Asperger, gli impedivano di cogliere le volontà degli altri. L’ex imprenditore ha raccontato che le ragazze andavano nelle sue residenze per drogarsi liberamente e che erano consenzienti ai rapporti sessuali. Nonostante i video in cui la modella 18enne violentata a Milano lo prega di smetterla, l’imprenditore continua a negare lo stupro, sottolineando che lei era d’accordo al sesso estremo per denaro.

Lei ha negato categoricamente e le immagini confermano la sua versione.

Contents.media
Ultima ora