×

Alberto Genovese, la Procura chiede il processo per due violenze sessuali e cessione di droga

La magistratura ha chiesto il processo per Alberto Genovese ipotizzando i reati di violenza sessuale e cessione di stupefacenti.

Alberto Genovese a processo

La Procura di Milano ha chiesto il processo per Alberto Genovese, l’imprenditore arrestato con l’accusa di stupri perpetrati nelle sue dimore durante feste a base di alcol e droga: i reati contestati sono quelli di violenza sessuale aggravata e di cessione di stupefacenti.

Alberto Genovese a processo

L’uomo avrebbe commesso i fatti contestati a Milano durante una festa a Terrazza Sentimento e a Ibiza ai danni di due ragazze stordite con mix di droghe. L’istanza, firmata dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dai pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini, giunge ad una settimana dall’interrogatorio a cui l’imprenditore si è sottoposto dopo aver ricevuto a luglio l’avviso di chiusura delle indagini preliminari.

La richiesta di processo è stata fatta anche per la ex fidanzata di Genovese, Sarah Borruso, accusata di aver partecipato ad una delle due ipotesi di violenza.

Alberto Genovese a processo, lui: “Rapporti estremi ma consensuali”

Genovese si è sempre difeso dalle accuse parlando in sostanza di rapporti estremi con uso di cocaina e ketamina ma consensuali, mentre per la magistratura le ragazze erano state drogate a tal punto da essere incoscienti.

Da mesi si trova agli arresti domiciliari in una clinica pubblica specializzata nel recupero dei tossicodipendenti, mentre i magistrati proseguono le indagini su almeno altre due violenze sessuali e sulle ipotesi di violazioni fiscali che avrebbe commesso nella gestione delle sue società.

Contents.media
Ultima ora