Albinismo: terapie, cause e sintomi
Albinismo: terapie, cause e sintomi
Wellness

Albinismo: terapie, cause e sintomi

Ecco quali sono le caratteristiche dell’albinismo la malattia ereditaria che colpisce chi ha un deficit congenito di melanina.

L‘albinismo è un gruppo di malattie ereditarie che colpisce principalmente la produzione di melanina, un pigmento che dà colore alla nostra la pelle, ma anche ai nostri capelli e alle iridi degli occhi. Generalmente chi affetto da questa malattia ereditaria ha una quantità inferiore di melanina o addirittura può non averla del tutto. Gli individui che soffrono di albinismo hanno una colorazione di capelli, occhi e pelle, molto chiara.

Addirittura alcuni soggetti possono presentare una colorazione di capelli, rossiccia e possono presentare eccessiva sensibilità alla luce (fotofobia) e miopia accentuata che spesso neanche l’uoso degli occhiali riesce a correggere del tutto. I bambini affetti da questa patologia ereditaria nei primissimi anni di vita hanno difficoltà a vedere bene. Solo col trascorrere degli anni la loro vista migliora sensibilmente. Per questo vengono sottoposti a controlli oculistici periodici e hanno la necessità di indossare occhiali o lentine a contatto per correggere miopia, astigmatismo e presbiopia.

Il colore dei capelli delle persone albine è biondo chiarissimo.

Questo dipende dalla quantità di melanina (pigmento) che il loro corpo produce. Non è mai consigliata l’esposizione al sole perchè la tendenza a bruciarsi è frequentissima, proprio per l’assenza di melanina.

Gli occhi di chi soffre di albinismo, il pigmento nell’iride sono generalmente di colore azzurro chiaro o addirittura grigio. Col trascorrere degli anni, per le persone albine è sempre più difficile riuscire a vedere gli oggetti soprattutto da vicino ecco perchè è sempre consigliato loro l’uso di una lente di ingrandimento.

I tipi di albinismo accertati sono due: albinismo oculo-cutaneo, che riguarda capelli, pelle e occhi delle persone e albinismo oculare che colpisce soprattutto gli occhi delle persone, ma che colpisce anche pelle e capelli.

L’albinismo oculo-cutaneo è la forma più comune di albinismo. A coloro che ne soffrono è sempre consigliata una assistenza da parte di un genetista che può spiegarci le ragioni per le quali questa malattia è stata ereditata e quali sono le modificazioni genetiche dalle quali ne ha avuto origine.

Le persone che soffrono di albinismo sono più esposte al rischio di contrarre i tumori della pelle.

Ma la loro aspettativa di vita non è inferiore rispetto ad una persona non affetta da questa patologia. Non hanno bisogno di cure specifiche e possono essere considerate persone normali a tutti gli effetti. Sono molto limitati nell’espozione al sole, per il rischio di eritemi e scottature. E possono essere anche condizionati nella guida, visto che la loro vista, generalmente, è più ridotta rispetto a quella di un individuo normale.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche