> > Il presunto aggressore della turista israeliana in stazione Termini: "Non son...

Il presunto aggressore della turista israeliana in stazione Termini: "Non sono io quella persona"

Aleksander Mateusz Chomiak

Il senzatetto polacco si è difeso strenuamente, negando le accuse

Aleksander Mateusz Chomiak, il senzatetto 24enne polacco che ieri è stato fermato per aver accoltellato in stazione Termini a Roma una turista israeliano, ha negato tutte le accuse che gli sono piombate addosso come un macigno.

Dopo l’arresto, il giovane identificato dalle forze dell’ordine ha ribadito di non essere stato lui a colpire la giovane a coltellate mentre era intenta ad acquistare un biglietto. “Non sono io quella persona” ha dichiarato Chomiak, attualmente seguito dall’avvocato Francesca Renna che lo sta seguendo e che ha riferito le sue parole al termine dell’interrogatorio davanti al gip di Milano Natalia Imarisio.

Il legale ha confermato che il giudice ha convalidato il fermo e depositerà l’ordinanza di custodia cautelare. 

Secondo il PM Aleksander Mateusz Chomiak rappresenta un pericolo

Di parere diverso è il pubblico ministero che sta seguendo il caso dell’aggressione alla turista israeliana.

Secondo gli investigatori, l’uomo era una sorta di fantasma che vagava per l’Italia, senza un telefono né fissa dimora, né tantomeno un documento se non un lasciato un mese fa dalla polizia stradale nel quale si riportano nome e cognome.

Oggi l’uomo è rinchiuso nel carcere di San Vittore con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo d’arma.

Secondo il pm Enrico Pavone il ragazzo “È socialmente pericoloso e potrebbe colpire ancora”.