×

Alessio Alba presenta il nuovo singolo, “Ah-ha”: “Sconfiggiamo l’imbarazzo con leggerezza e tanti sorrisi”

"Da ragazzino faticavo a socializzare. Il teatro mi ha cambiato. Ora vi presento il nuovo singolo": così Alessio Alba si racconta nell'intervista esclusiva.

Alessio Alba Ah-ha

Prendete una grande dose di ottimismo e aggiungeteci tanta solarità, quanto basta di allegria e abbondate con la simpatia: Alessio Alba è questo e molto altro. Così ha combattuto la sua timidezza e ha trasformato in canzoni le sue sensazioni: nasce il nuovo singolo di Alessio Alba, “Ah-ha”.

Nell’intervista esclusiva l’artista ha presentato il suo progetto, raccontato qualcosa in più su di sé e svelato i prossimi lavori.

Alessio Alba, “Ah-ha” è il suo nuovo singolo

Con la sua canzone ha un solo obiettivo: risollevare il morale di chi ascolta e ci riesce benissimo. Coinvolgente e ritmato, propone un brano dal sound fresco che è un toccasana soprattutto dopo un periodo incerto ed estenuante. È un invito a non prendersi troppo sul serio.

Racconta le difficoltà di aprirsi e comunicare a causa dell’imbarazzo di fronte ai primi nuovi incontri. Le strofe rappresentano quei momenti in cui non si sa cosa dire, finché non ci si rende conto che parlare non serve. Per questo motivo, il ritornello è senza parole, perché in certe occasioni non servono parole.

A proposito del suo nuovo singolo, Alessio Alba ha dichiarato: “Ho cercato di non scrivere un testo che parli solo del mio rapporto complicato con le ragazze al primo appuntamento (anche perché non basterebbe un 33 giri).

Volevo che fosse qualcosa di più trasversale per regalare una risposta universale a chi non sa cosa dire, attraverso l’uso di un’esclamazione – Ah ha – cioè il nulla (che spesso è meglio)”.

La canzone, caratterizzata da un ritornello che utilizza il synth vocale come sostituto alle parole per spiazzare e divertire chi lo ascolta, prende spunto dal pop anni 80 di “Footloose” di Kenny Loggins e da “Take on me” degli A-ha per il ritmo e la batteria; da “Oh Superman” di Laurie Anderson per la sillaba “Ah” usata come base ritmica del pezzo.

Alessio Alba racconta “Ah-ha”

“Il brano nasce un po’ per caso, prendendo spunto da un’altra canzone e così mi sono chiesto quale sarebbe potuto essere il risultato se il ritornello non fosse composto da parole. La canzone nasce dopo il primo lockdown, è stato il più duro e avevo bisogno di regalare un po’ di leggerezza, cercando in primis di tirare su il morale a me stesso. Invito a non prendersi troppo sul serio. Ci sono momenti in cui non si sa cosa dire e si superano quei momenti di imbarazzo proprio se si riesce a non prendersi troppo sul serio”, ha spiegato Alessio Alba parlando di “Ah-ha”.

Su di sé ha confidato:Da ragazzino ero molto timido. Faticavo a socializzare e spesso restavo da solo. Ho combattuto questo modo di essere grazie al teatro, che mi ha permesso di “prendere di petto” il problema. Il teatro ti dà un consiglio importante: non bisogna condannare sé stessi se ci sono momenti di imbarazzo in cui non si sa cosa dire. Quei momenti esistono perché maturiamo troppe aspettative o ci si sente giudicati dall’altro. L’importante è divertirsi, essere sereni e stare bene. I momenti in cui mi capita ancora di restare senza parole sono i primi incontri con le ragazze. Si vuole fare per forza bella figura e spesso ci si blocca”. A differenza degli anni passati, ora “sono molto più estroverso e mi piace ridere tanto, trovare sempre il lato positivo. Il sorriso tira su di morale e dà la forza di affrontare il problema. Sono un artista creativo.

Alessio Alba, da “Ah-ha” ai progetti futuri

Dopo “Ah-ha” usciranno altri singoli, che Alessio desidera far conoscere agli ascoltatori.

Si tratterà di brani “in cui offrirò altri punti di vista. Dopo aver affrontato il tema della spensieratezza e della leggerezza, potrei affrontare anche temi più profondi, perché credo che la musica possa assecondare lo stato d’animo di ciascuno”.

Contents.media
Ultima ora