Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Alex Del Piero e la Juve il matrimonio continuerà
Sport

Alex Del Piero e la Juve il matrimonio continuerà

La Juventus non può prescindere da Alessandro Del Piero che è l’unica bandiera ad eccezione di poche altre a dare un senso al gioco del calcio. Infatti vi sarà a breve un confronto con la dirigenza per il prolungamento del contratto. La sensazione è che dopo le non rimandabili esigenze di questa finestra di merca­to invernale, che si chiuderà con la fine del mese di gen­naio, il presidente Andrea Agnelli inviterà il capitano nella sede di corso Galileo Ferraris per riflettere e con­dividere un accordo che do­vrà tener conto di due coor­dinate fondamentali: cosa ha fatto Alex nella Juventus e cosa potrà ancora fare. Se per la prima parlano due numeri secchi, 661 partite e 280 gol, record assoluto bianconero, per la seconda si sta “esprimendo” la stagione che Del Piero ha sinora di­sputato. Risultando, tra l’al­tro, l’attaccante e il giocato­re in assoluto più presente con 29 gare, oltre che il bom­ber più prolifico dopo Qua­gliarella.

Con questi punti cardinali non si potrà che approdare a un accordo: e così la Juve offrirà al capita­no il prolungamento del con­tratto in scadenza e Alex lo accetterà per scrivere il fina­le più degno a una delle sto­rie più incredibili che il cal­cio italiano abbia mai offer­to. Fatale che il “modulo” ap­parterrà a quelli dell’ultima generazione, ma qui siamo ai dettagli di cui è prematu­ro parlare. Di questi parti­colari, peraltro, toccherà ai commercialisti e agli avvo­cati occuparsi. L’importante era che intorno alla questio­ne si alzasse la nebbia. Quella che sinora aveva im­pedito di vedere con chiarez­za i contorni della vicenda. Ora, piano piano, tutto diventa più limpido e così il tempo della verità non può essere differito più di tanto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche