×

Allarme antrace all’Archivio di Stato, recapitata una busta sospetta

Il direttore della sede dell’Archivio di Stato, Eugenio Lo Sardo, stamattina intorno alle 11 si è visto recapitare dalle sue segretarie una busta da lettera con in bella mostra la dicitura ” Dott. Eugenio Lo Sardo- personale”. Aprendola però è caduta in terra della polvere bianca, che a un primo sguardo non è sembrato nè borotalco nè farina. Subito sono state allertate le forze dell’ordine e i vigili del fuoco.

Al primo piano del complesso di Sant’Ivo alla Sapienza, sulla porta dell’ufficio un cartello avverte ” Vietato entrare, pericolo”. Si perchè il dubbio, ancora da verificare, è che la sostanza spedita, probabilmente durante il weekend, possa essere antrace. La tossina del carbonchio è pericolosa soprattutto nella sua forma inalatoria delle spore del batterio Bacillus anthracis, poichè il contagio dà una sintomatologia simile a quella influenzale: tosse, stanchezza e febbre.

Se non trattata tempestivamente lo stadio letale sopraggiunge in breve tempo, con il batterio che si diffonde tramite linfonoidi.

Tutte le persone entrate in contatto, anche indirettamente, con il plico spedito senza mittente nè bollo postale sono state portate all’ospedale Spallanzani per accertamenti che escludano ogni possibilità di contagio. Oltre al presidente dell’Archivio a Corso Rinascimento sono sotto osservazione altri 3 dipendenti dell’ufficio della segreteria.

In corso le indagini della polizia che non esclude nessuna pista.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche